vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Ricorsi sugli autovelox respinti e sanzione economica raddoppiata

Più informazioni su

VASTO. Sono giunte negli ultimi giorni alla sede del Comitato antiautovelox proteste di avvocati, automobilisti e cittadini che avendo inoltrato i ricorsi contro i Comuni di Cupello e Dogliola direttamente al Prefetto di Chieti si sono visti respinti i medesimi e cosa ancora più grave raddoppiare la sanzione economica. Le proteste sono giunte da Napoli, Montesilvano, Isernia e Lanciano.
“Io chiederò immediatamente per la prossima settimana un incontro con il Prefetto di Chieti, con il responsabile dell’area III, ufficio depenalizzazione dott. Conti al fine di chiarire e di verificare perchè sta avvenendo ciò quando ormai è consolidata prassi depenalizzare in tutta Italia, laddove l’attività di controllo elettronico attraverso gli autovelox presentano dei profili di illegittimità e non rispetto del codice della strada e della direttiva Maroni, assenza della macchina di servizio, assenza dello skiloma lampeggiante indicante la pattuglia di servizio, non visibilità del vigile urbano, nel pattugliamento a Dogliola a momenti sembra un cantoniere che taglia le canne, (devi stare vicino all’autovelox e non a 5 metri imboscato che chi viene da Isernia non ti vede) presenza in pattuglia di un estraneo che ha possibilità di vedere targhe e velocità, quindi dati sensibili e vietato severamente dalla legge, quando invece deve stare a minimo 20 metri dalla stessa e dall’autovelox.
Ma nel caso specifico, abbiamo in corso un maxiprocesso per le stesse motivazione con alcune aggravanti, e di tutto questo la Prefettura di Chieti non tiene conto? E’ sorda alle istante del popolo che chiede giustizia e legalità? Nell’incontro porterò a viva voce le istanze della gente, sinceramente resto basito a vedere tanta indifferenza o peggio ancora tracotanza illegale che ha coperture dagli organi periferici del Ministero dell’Interno e non escludo a questo punto un mio intervento diretto con il nuovo Ministro dell’Interno On. Alfano, che già nel 2011 interessai, in qualità di segretario nazionale del PDL, delle problematiche che attanagliavano gli automobilisti. Siamo sinceramente stufi di vedere questi gabellatori del terzo millennio che fanno macelleria sociale contro la povera gente e poi pretendono anche il voto… meditate gente meditate…” è ciò che scrive Antonio Turdò, presidente del Comitato Protrignina Abruzzo e Molise.
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su