vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La Juve vince il campionato, caroselli ma soprattutto festa allo Juventus Club Doc

Più informazioni su

VASTO. La Juventus è campione d’Italia con  ben tre giornate di anticipo. Cavalcata indimenticabile dei bianconeri quest’anno che fa esplodere di gioia tutti i tifosi riversati in massa in Piazza Rossetti e che per qualche minuto hanno invaso strade e bloccato il traffico. Festa grande anche al Club juventino Antonio Conte di Vasto. Club Doc, autorizzato dalla società, e che quest’anno ha sempre organizzato trasferte per seguire in ogni stadio la propria squadra.  Appuntamento nell’Azienda Del Casale, in casa, per chi non poteva partire per godersela e vederla sul maxischermo, stare in maniera goliardica tutti insieme grandi e piccini. 
“I risultati dimostrano che siamo stati superiori in tutto. E’ stato un bel campionato e ci siamo ripetuti dopo quello dello scorso anno. Ci tengo a precisare che sono due anni che sono presidente di questo club e sto pensando di dimettermi altrimenti potremmo vincere tutti gli anni (sorride ndr).  Abbiamo preso questa strada ed è difficile dire il contrario. Sono contento della riuscita di questo club, di divertiamo insieme e speriamo che nel prosieguo ci siano sempre maggiori iscritti. Tutte le domeniche vengono organizzate le trasferte e tra noi San Salvo, Monteodorisio e club del sud e diamo la possibilità a tutti i soci di scegliere la partita da voler andare a vedere. Andiamo a tutte. Altrimenti ci si riunisce qui, nella sede che si trova nei locali di Del Casale. Spesso con la partita siamo tutti insieme , organizziamo mangiando pizza o altro a buffet. Questa estate poi ci sarà anche il torneo. A Luglio organizzeremo il II torneo Juventus Club Vasto dove ci si potrà divertire anche in piscina e altro. Divertimento sia per grandi che piccini. Ricordiamo infatti che anche i bambini si possono iscrivere. Unica cosa noi ci raccomandiamo sempre che i bimbi vengano accompagnati nelle trasferte da genitori o qualche adulto perché è una responsabilità, li vogliamo accontentare tutti ma c’è bisogno della presenza dei genitori.  Questa p una società non a scopo di lucro , non ci sono profitti, tutto ciò che concerne i tesseramenti serve solo per la buona riuscita del nostro club. Oggi abbiamo festeggiato facendo un minimo di carosello con le macchine, in seguito organizzeremo qualcosa di più concreto. L’ultima giornata ci sarà la sfida con la Sampdoria. Con la Samp abbiamo perso una delle poche partite dell’anno e colgo l’occasione per salutare con entusiasmo e affetto una amica, Tiziana Smargiassi, tifosissima del Doria, per dirle che dovranno restituirci qualcosa che ci hanno tolto all’andata (sorride ndr.)” afferma durante i festeggiamenti Enzo Travaglini, presidente del club juventino di Vasto.
“Andare allo Juventus Stadium e poterlo vivere lascia davvero belle emozioni. Troppo bello. Trascinante. Noi ci divertiamo partendo la mattina, visitando il centro commerciale, lo stadio, entrando fin dentro gli spogliatoi, dove si riuniscono tifosi e fanno poi le interviste e visitando il museo. Vale la pena per uno juventino andare a visitare questa struttura e tifare lì per la propria squadra. Questo dello stadio di proprietà è una questione importante. Non solo la Juventus ma tutte le squadre italiane dovrebbero attrezzarsi per averlo perché è un modo di intendere il calcio completamente diverso. Una specie di autofinanziamento. Coinvolgente, basta vedere lo stadio sempre pieno ogni domenica. Mi piace essere in questo club perché amo vedere la partita in compagnia. Da solo non mi piace e qui la riesco a vivere con lo spirito giusto” dichiara Nicola Travaglini, uno dei soci.
“Sulla mia squadra nulla da dire. Siamo invece davvero contenti che questa nuova realtà, del Juventus club, che abbiamo creato da due anni stia riscuotendo sempre più successo. Tante persone si avvicinano al club e non parlo solo di uomini che siamo abituati a vederli molto legati allo sport e al calcio in particolare. Da noi vengono intere famiglie, mogli, bambini tutti insieme per vedere la partita. I consorti magari anche non tifosi vengono perché hanno trovato un bell’ambiente. Sportivo ma non di quelli pesanti, c’è chi apprezza il calcio e vuole tifare la  Juventus ma in maniera “bella”, pulita. Noi possiamo vantarci di aver mandato dei nostri soci a tutte le partite giocate a Torino quest’anno e considerando che si separano 800 km da Torino è veramente una bella soddisfazione, un bel risultato. E’ vero che ci facciamo anche forti della collaborazione di un club che qui lavora molto bene, San Salvo, club DOC come il nostro e siamo diventati davvero un punto di riferimento ed è una grandissima soddisfazione. Ed è bella anche la presenza femminile. Anche nell’organizzazione ad esempio il tocco femminile serve. Ci vuole tutto e come tifoseria noi donne non siamo da meno. In estate uscirà la locandina, abbiamo organizzato la seconda edizione di un torneo di calcetto. Già lo scorso anno abbiamo riscontrato un buon successo. La cosa bella è che il torneo è aperto a tutti e ha come apice una grande festa a cui sono invitati a partecipare non solo i ragazzi, uomini, che partecipano ma le famiglie, festa in piscina, festa per divertirsi. Festa in cui la Juventus, lo sport, è soltanto il pretesto per passare del tempo insieme e per divertirsi in maniera sana e genuina” sorridente la vice presidentessa Paola Del Casale. 
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su