vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Giro d'Italia a San Salvo: curiosità, attività, scuole e strade chiuse

Più informazioni su

SAN SALVO. Il Giro d’Italia arriva a San Salvo. Lo farà già nella serata di giovedì in cui la carovana rosa raggiungerà la cittadina abruzzese per sostare in vista della partenza del giorno dopo. Tante le manifestazioni organizzate dal Comune nelle serate precedenti e nella serata post giro, nonchè le convenzioni e le proposte attrattivo/turistiche e promozionali messe in atto durante le ore della partenza dei corridori. Già nelle settimane precedenti una intera città si era mossa con iniziative sportive dal podismo, al calcio, al nuoto organizzate per promuovere l’evento. Giro su cui San Salvo ha investito molto in termini di visibilità di riscontro economico, di incremento turistico, di valorizzazione del posto e dello sport. San Salvo che potrebbe essere utilizzata anche come “cartolina” del giro 2014 e questo sarebbe motivo ulteriore di orgoglio per tutta la cittadina. 
“Dopo tutte le polemiche che si sono rincorse, tappa si tappa no, giro si, giro no, la certezza l’abbiamo acquisita anche se noi non l’avevamo mai persa. In questo clima di incertezza noi sapevamo che la tappa di San Salvo non sarebbe saltata. Il 10 alle ore 13 l’appuntamento è a San Salvo marina a piazzale Cristoforo Colombo. Lì terminerà l’avventura del giro che ci sta accompagnando da ottobre. Contenta che gli italiani stanno mietendo i primi successi e speriamo in una tappa vinta da un abruzzese.  Inoltre il comandante della Polizia municipale Saverio Di Fiore ha firmato a sua volta un’ordinanza per la chiusura al transito e la sosta sempre per il 10 maggio dalle 5 sino al termine del passaggio della corsa in piazzale Cristoforo Colombo, lungomare Cristoforo Colombo, via Paolucci, via Grasceta (Buonanotte), rotaroria Alpini, rotaroria via Sa Rocco, via Fontana Nuova, Corso Umberto I, corso Garibaldi, Via Duca degli Abruzzi, via Istonia. Apposita segnalazione in loco verrà apposta almeno 48 prima rispetto all’inizio della gara ciclistica. Abbiamo deciso anche per motivi di ordine pubblico e per andar incontro ai ragazzi che volevano vedere questa manifestazione abbiamo emesso una ordinanza per la chiusura delle scuole, per lo meno le elementari e medie. La città è pronta per accogliere questo evento storico. La sera prima, il 9, ci sarà una manifestazione per stare un pò tutti insieme ed accogliere la carovana rosa che partirà da Santa Margherita di Savoia. Previsto un seguito di circa 1500 persone insieme ai campioni, già alloggiati in alberghi di Vasto e di San Salvo. Abbiamo dato priorità per soddisfare alle loro esigenze. Le incombenze organizzative sono state tutte assolte. Ora mancano le emozioni del Giro, che lo sport può dare. Con la consapevolezza che se i numeri reggono potremmo tracciare un bilancio davvero positivo non solo per lo sport ma anche per il dinamismo economico della nostra città e per la promozione del territorio. Speriamo che gli organizzatori mantengano la promessa che vedeva il catalogo del Giro del prossimo anno iniziare con la cartolina di San Salvo. Una promessa dopo che rimasero affascinati dal nostro lungomare. Per quel che concerne la viabilità, il percorso cittadino di San Salvo non è stato modificato. Noi ci siamo impegnati in prima persona come Comune per rimettere in ordine le strade e continueremo ad adoperarci per far mettere in ordine anche le strade all’interno della Provincia. E’ importante rilanciare tutto il territorio. Dopo il Giro finiremo di mettere apposto anche il resto delle strade magari qui in città. Gli assessori Chiacchia e Marcello insieme al consigliere Argirò hanno avuto un incontro con Mascia in Regione per far in modo che venissero stanziati i fondi per la manutenzione strade della Provincia e in questi giorni degli interventi anche nelle strade dell’interno li stanno facendo, almeno quelli urgenti al momento. Il Giro era un imput ma quei lavori erano importanti a prescindere. Sul territorio di San Salvo abbiamo cercato di fare il massimo con le risorse a nostra disposizione. Lavori in modo che la città si presentasse in modo degno. Abbiamo rimesso in ordine anche la spiaggia con largo anticipo rispetto agli anni passati. Abbiamo fatto poi vari incontri con i balneatori e operatori turistici. Gli alberghi sono pieni. Per la zona del mare abbiamo chiesto una serie di garanzie e servizi e abbiamo avuto una buona risposta da parte loro anche non avendo stipulato convenzioni scritte, si sono messi tutti a disposizione. Si rendono conto dell’importanza storica dell’evento. Il giorno prima del giro ci sarà un’occasione per stare tutti insieme a San Salvo Marina con la partecipazione delle Pro Loco dell’Alto Vastese, in piazzale Berlinguer. La sera del 10 invece ci si riunirà tutti in piazza San Vitale con prodotti enogastronomici e musica per stare un pò insieme. Ricordiamo gli i abruzzesi in gara, Di Luca, Rabottini, Cataldo, Tamurri. Orgogliosi di avere il giro qui e di poter far vedere San Salvo a tutto il mondo.” afferma soddisfatta il sindaco, Tiziana Magnacca.
“In questa occasione vorrei ringraziare D’Angelo, rappresentante di un comitato tappe creato a San Salvo, coinvolgendo associazioni sportive e di volontariato che hanno realizzato un calendario di manifestazioni che sono state proposte nei mesi precedenti fino alla gara del primo Maggio con l’Atletica San Salvo, ma anche la podistica la scuola nuoto. Grazie all’impegno di queste associazioni rappresentate da Mario ma anche ringraziato perchè credo sia stato l’artefice principale dell’aver portato questa tappa del Giro d’Italia a San Salvo. E’ lui che ci ha fatto avere insieme a Formichetti contatti con gli organizzatori a cui abbiamo praticamente strappato un sì. Ringraziamento per l’impegno profuso nel coordinare il comitato tappa, con gli sponsor che hanno contribuito realizzando una serie di eventi e di azioni di abbellimento della città. Per San Salvo è un evento storico. Significa essere visti in 180 televisioni, presenza su tutti e 5 i continenti. Settanta paesi collegati in diretta con San Salvo e questo dà l’idea del risalto di questa manifestazione. I collegamenti internazionali sono mattina, pomeriggio e tarda sera, la diffusione è massima” dichiara Eugenio Spadano.
“San Salvo un pò come Napoli e Ischia che hanno avuto presenza su giornali e tv per diversi giorni. C’è da ringraziare il Comune, la struttura che si è messa a disposizione per le riunioni. Parlare di numeri è difficile perchè c’è un giro di introiti e di spese a livello mondiale. Faccio solo un esempio. Noi come azienda abbiamo sponsorizzato il ciclismo per tre anni e nel giro di questi anni abbiamo avuto anche la possibilità di esser sponsor nel Giro d’Italia. La nostra era una azienda piccolissima e lo è ancora adesso ma non era conosciuta a livello nazionale. Da allora abbiamo ricevuto migliaia di telefonate, tantissime richieste e grazie alla possibilità di entrare nel mondo del ciclismo professionista la nostra azienda ha avuto modo di crescere tantissimo. Numeri eccezionali. Per San Salvo che è una città bellissima, che ha un mare e una spiaggia dove di solito ci si torna solo dopo esserci stati, molto probabilmente questa è un’occasione dal punto di vista turistico ottima per fare affermare la nostra città, far conoscere i servizi che abbiamo. Una piccola lamentela forse voglio fare. Io sono sansalvese, ci vivo. Abbiamo fatto diverse riunioni e sono state chiamate tutte le associazioni di categoria, tutti i commercianti, aziende, professionisti, all’inizio c’è stato grande entusiasmo ma poi tanti commercianti non hanno aderito fino in fondo senza capire lo spirito del Giro d’Italia, quella che poteva essere la “ricaduta” di questo evento sportivo. E un pò dispiace. La tappa in tutto tra 2012 e 2013 dovrebbe costare sui 40.000 euro, che assicuro che è un prezzo bassissimo e questo grazie agli amministratori e chi si è messo in prima linea” sottolinea Mario D’Angelo, organizzatore e sponsor.  
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su