vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vasto è stanca degli attentati. La città vuole la videosorveglianza

Più informazioni su

VASTO. La città torna a chiedere la videosorveglianza. E questa volta lo fa con forza. C’è persino qualche cittadino che stanco dei danni subiti da vandali e teppisti davanti al rifiuto del Comune di accendere le telecamere è intenzionato a chiedere il risarcimento all’amministrazione. Polizia e carabinieri lo hanno ripetuto mille volte: la videosorveglianza non risolve i problemi ma aiuterebbe tantissimo le forze dell’ordine a individuare almeno in parte chi attenta alla tranquillità dei cittadini. 
Tranquillità sempre più spesso scossa da episodi inquietanti. Noi ci asteniamo da qualsiasi commento limitandoci a ricordare alcuni degli episodi più significativi dei primi mesi del 2013 prima dell’incendio che ieri mattina ha distrutto il furgone di un  pescatore.
26 Aprile . Un boato sveglia i residenti di Gissi alle 3,30 della notte. Sotto la serranda della pescheria di corso Vittorio Emanuele qualcuno ha sistemato un ordigno.
15 Aprile. Durante la notte viene sistemato un petardo sotto una vettura parcheggiata in una traversa di via Ciccarone.
12 Aprile. Bosco a fuoco in contrada Lebba
31 Marzo. Durante il ponte pasquale vengono incendiati e due auto e due terreni  
8 Marzo. Contro il portone di una palazzo del quartiere Croci viene lanciata una bomba carta. L’autore scrive sul muro un messaggio di minacce alla vittima.
30 Gennaio. Ignoti lanciano durante la notte un grosso petardo contro un locale di via Ciccarone. 
21 Gennaio. Bruciata in pieno giorno in via Roma un’auto alla quale poco prima sono state tagliate tutte e 4 i pneumatici .
7 Gennaio. Un grosso petardo infilato in un tombino danneggia in piazza Rossetti la rete idrica e quella elettrica e distrugge una delle statue del presepe del Comune.
2 Gennaio. Approfittando delle festività di fine anno qualcuno infila un grosso petardo sotto una vettura del quartiere Croci danneggiandola.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su