vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il sindaco Lapenna cede alle richieste del Psi, Masciulli nominato assessore

Più informazioni su

VASTO. Questa mattina alle ore 12.03 abbiamo avuto un colloquio telefonico, da noi richiesto con il sindaco di Vasto Luciano Lapenna.  Tale colloquio era legato alla necessità di informare i lettori circa lo stato dell’arte della crisi in seno all’amministrazione comunale di Vasto.

Il primo cittadino di Vasto ha dichiarato: “Nulla di vero circa l’ingresso di Masciulli in giunta in rappresentanza del Psi. Alle 14.31 da parte dell’ufficio stampa del Comune di Vasto abbiamo ricevuto un comunicato che riportiamo integralmente.

COMUNICATO STAMPA. Il Sindaco di Vasto nella mattinata di oggi ha firmato l’atto di nomina ad assessore all’Avv. Luigi Carmine Masciulli. Il Sindaco provvederà alla rimodulazione delle deleghe a tutti gli assessori nella giornata di martedì 14 maggio convocando fin da ora conferenza stampa alle ore 12:00”.

Ancora una settimana, questa, in cui l’amministrazione comunale di Vasto navigherà senza una giunta in grado di amministrare. E da oggi per di più completamente azzerata per l’attribuzione delle deleghe che stando al comunicato dovrebbero essere attribuite martedì prossimo. Fatto che indica chiaramente che trattative sono ancora in corso per la definizione della vicenda crisi al Comune. E’ che il passaggio dell’approvazione del bilancio sarà il banco di prova per vedere se la maggioranza tiene o è ancor più frantumata di quanto possa sembrare .

Le trattative dovremmo definirle convulse e concitate e , probabilmente, in questi giorni, lo sono proprio perché c’è di mezzo il conto consuntivo, altrimenti non si spiegherebbe come mai la crisi si è trascinata per mesi tirando a campare e solo da qualche giorno si sta provvedendo a pulire il lungomare Duca degli Abruzzi mentre San Salvo ospita il giro d’Italia e la programmazione estiva non si intravede mentre Lanciano, che città turistica non è, programma già eventi per la prossima estate.

Entro martedì quindi dovremmo sapere: quali saranno le deleghe attribuite agli assessori, chi sarà il vice sindaco (a rigor di logica proprio Masciulli che vanta il secondo gruppo più numeroso in consiglio comunale dopo il Pd partito del sindaco) a quale gruppo aderirà la neo consigliera Paolini (subentrata a Masciulli), e come saranno sedate le violente coliche cui è in preda il consigliere Luigi Marcello che sostiene,  a suo dire,  l’assessore Mario Olivieri.

Marcello inoltre ha posto un veto alla entrata in giunta dello stesso Masciulli e non vedrebbe di buon occhio il passaggio da giustizia sociale al Pd, cosa che noi riteniamo assai probabile, della nuova consigliera Paolini.

Altre gatte da pelare per il sindaco Lapenna che probabilmente superato il conto consuntivo comincerà nuovamente una lunga fase di riflessione, di tentennamenti e di rinvii che lasceranno impantanata per altri mesi l’amministrazione comunale.

 E’ ovvio che noi insieme ai cittadini ci auguriamo che questo non avvenga, ma così come da mesi indicavamo l’ingresso in giunta dei socialisti per risolvere  la crisi ci chiediamo perché nelle lungaggini che contraddistinguono il secondo mandato del sindaco Luciano Lapenna non sia contemplata responsabilmente la possibilità di mandare tutto a monte e casomai di ricandidarsi per vincere o perdere ma affinché la città un’amministrazione “attiva” ce l’abbia per davvero.

Paola D’Adamo   paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su