vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il podio del Giro d'Italia ieri ha ospitato sei storie di coraggio degli agenti della Polizia

Più informazioni su

SAN SALVO. Il podio de Giro d’Italia ieri a San Salvo ha ospitato sei storie di coraggio degli agenti della Polizia Stradale che hanno garantito la sicurezza e l’incolumita’ dei viaggiatori. Il riconoscimento nasce dalla sicurezza per chi guida. Per questo Autostrade per l’Italia effettua continui investimenti sulla rete e punta sull’innovazione tecnologica, come nel caso del Sistema Safety Tutor che ha abbattuto di oltre il 50% il tasso di mortalita’ da quando e’ entrato in funzione salvando circa 300 vite umane all’anno. Nel garantire la sicurezza e’ decisiva anche la stretta collaborazione con la Polizia Stradale.

Ieri mattina, prima della partenza della tappa di San Salvo, Autostrade per l’Italia ha assegnato il “Premio Sicurezza” all’Assistente Capo Francesco Lotito e dell’Agente Scelto Michele Stinziani che, con il loro gesto, hanno permesso di salvare la vita di un autotrasportatore e di soccorrere una famiglia in difficolta’.

Il 3 febbraio 2012 un’abbondante nevicata mette a dura prova la circolazione. Lotito e Stinziani notano un mezzo pesante fermo all’interno dell’area di parcheggio di Rivoli, in Provincia dell’Aquila. Gli agenti, nonostante le difficili condizioni meteorologiche, raggiungono a piedi l’autoarticolato per verificare se all’interno ci sia qualcuno. Questa scelta ha permesso di salvare una vita. Il camionista, infatti, si trova all’interno del mezzo in evidente stato di ipotermia.

Immediatamente gli agenti accompagnano l’autotrasportatore in ospedale e, durante il tragitto, prestano soccorso anche ad una famiglia che, con due bambini piccoli di sei e due anni, ha l’auto in panne all’interno della galleria San Cosimo. 

 Sempre nel corso della mattinata si è tenuta la campagna di sensibilizzazione sui temi della sicurezza stradale che fa leva sul clima festoso della manifestazione per coinvolgere i giovani e contribuire ad affermare la cultura di legalità sulle strade.

“Si tratta –ha spiegato il Commissario Capo dr.ssa Ambra Gentile – della campagna di sicurezza della Polizia Stradale attraverso l’autobus azzurro, avviata nel 1998. L’iniziativa si è svolta mediante l’impiego dell’autobus adibito ad aula scolastica multimediale e di un secondo mezzo azzurro utilizzato per il trasporto degli studenti coinvolti nell’iniziativa. Gli studenti hanno assistito ad una lezione di sicurezza stradale e sono stati accompagnati al villaggio commerciale del Giro per poter vivere da vicino il clima festoso della manifestazione. Gli alunni poi sono stati trasferiti all’Open Village per assistere direttamente dalla tribuna all’arrivo dei ciclisti.

Paola D’Adamo  paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su