vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Mozione al Senato per divieto idrocarburi in mare

Più informazioni su

VASTO. Il Senatore-cittadino  Gianluca Castaldi interviene in merito al progetto “Ombrina Mare”.

Castaldi risponde alle numerose sollecitazioni ricevute in questi giorni e dichiara: ”A chi mi chiede “di attivarmi concretamente per far abrogare subito l’art.35 del “Decreto sviluppo” che ha permesso la “riattivazione” di Ombrina e di altri progetti simili e l’approvazione di qualsiasi atto normativo che cancelli definitivamente lo sciagurato obiettivo di trasformare la nostra bellissima regione  in distretto minerario rispondo che con la mia Mozione firmata anche da altri 24 cittadini senatori del M5S, noi del Movimento 5 stelle abbiamo presentato ,fino ad oggi:2 Mozioni,3 interrogazioni parlamentari,2 disegni di legge(uno alla Camera ed uno al Senato).

Nella Mozione –continua Castaldi-chiediamo che il Governo si impegni ad assumere iniziative di carattere normativo volte a modificare l’articolo 6, comma 17, del decreto legislativo relativo alle attività di ricerca, di prospezione nonché di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi in mare, al fine di ripristinare il divieto di attività di ricerca, di prospezione nonché di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi in mare entro le 12 miglia anche per i per procedimenti concessori in corso alla data di entrata in vigore del decreto legislativo 29 giugno 2010, n. 128.

Chiediamo inoltre –continua il Senatore vastese- l’avvio dell’esame dei disegni di legge volti a modificare la normativa vigente in materia di ricerca, prospezione e coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi in mare, già depositati presso i due rami del Parlamento; la revoca  del provvedimento di accoglimento della VIA contenuto nel parere n. 1192 del 3 aprile 2013; e revoca dei titoli abilitativi già rilasciati e, conseguentemente, a sospendere l’efficacia di tutti procedimenti autorizzatori e concessori conseguenti e connessi alle attività di ricerca, sviluppo e coltivazione di idrocarburi.

Chiediamo inoltre –continua Castaldi- di sottoporre, al fine di una maggiore tutela ambientale nelle zone di confine delle aree marine protette e di tutta la linea di costa del territorio italiano, tutte le citate attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi a nuova procedura di valutazione di impatto ambientale e valutazione ambientale strategica d’intesa con la Regione e previa acquisizione del parere degli enti locali.

Auspichiamo inoltre un decreto legge, o una disposizione contenuta all’interno del Decreto ‘omnibus’sul quale il Governo starebbe lavorando , che modifichi la norma inserita dal Governo Monti ,da cui tutti si sono prontamente smarcati solo una volta emersa la notizia dello sblocco di Ombrina. 

 Siamo estremamente fiduciosi –conclude Gianluca Castaldi- che il Governo accolga gli impegni richiesti nella mozione del M5S, anche alla luce del fatto che uno dei disegni di legge volti a tale scopo è stato depositato dall’attuale Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, on. Giovanni Legnini del PD , il quale ha ripetutamente manifestato la sua intenzione di adoperarsi per bloccare Ombrina mare e tutte le situazioni simili che mettono a repentaglio le nostre coste”.

paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su