vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Travaglini: "Chiediamo rispetto si rimandi il torneo scolastico"

Più informazioni su

VASTO. La squadra juniores allenata da Roberto Antonaci, dopo aver vinto il campionato e essersi proclamata campione d’Abruzzo, mercoledì ha pareggiato a Grottammare contro la compagine locale e il 22 sarà di scesa all’Aragona di Vasto per l’ultima partita del triangolare della fase nazionale juniores. Sullo stesso campo però in mattinata si dovrebbe giocare il torneo in onore dei 50 anni dell’Istituto Industriale di Vasto. Contemporaneità delle manifestazioni nella stessa giornata che potrebbe creare problemi di logistica , organizzazione, pulizia e praticabilità del campo.  

“Questa situazione non è più accettabile per le società sportive vastesi. Da parte del Comune non c’è il giusto interesse e tutela per le squadre cittadine. Noi non stiamo rappresentando solo Vasto ma tutta la Regione a livello nazionale. E’ una competezione molto importante. Le altre regioni supportano le loro squadre anche con iniziative legate a queste partite. Ci stanno obbligando a lasciare il campo tutta la mattinata per il torneo del 50° anniversario dell’Istituto Industriale tra scuole della città e noi alle 15 abbiamo una gara molto importante che comporta la messa a punto del campo, la pulizia degli spogliatoi e tante altre cose. Vorrei chiedere all’assessore allo Sport, se c’è, o al Sindaco quale attenzione stanno dando allo sport a Vasto. Anche per una questione di gestione dell’evento. Arriveranno tante famiglie a seguire i ragazzi e troveranno magari anche difficoltà ad entrare perchè ancora occupato dalle scuole, perchè certe manifestazioni non finiscono mai in modo puntuale. Io sento parlare assessori, dirigenti comunali, delle attenzioni per lo sport e i giovani ma spesso risulta solo nella fase pre elettorale poi ci si dimentica spesso di tutto e tutti. Le date vengono fissate dalla FIGC, a livello nazionale. Il programma è stato fatto da mesi nella compilazione dei gironi e le date uscite al momento della fine degli spareggi quindi sabato scorso. La lega nazionale ha predisposto quella del 15 a Grottammare, la prossima sabato in Molise e poi qui a Vasto mercoledì 22. Successivamente si giocherà già il sabato dopo quindi nel caso di vittoria del girone non possiamo rimandare o spostare la partita di mercoledì. Si chiede la sensibilità dell’Amministrazione comunale di Vasto nello spostare il torneo delle scuole cittadine ad un’altra data, perchè l’anniversario cade anche nel mese di giugno hanno tutto il tempo per potersi organizzare e usufruire del campo nei modi dovuti. A Vasto sembra non esistere l’Assessore allo Sport e nemmeno azioni del Sindaco che tutelino lo sport e i giovani. E non solo. Nessuna tutela nemmeno per le società che fanno tanti sacrifici per portare in alto il nome della città partendo dallo sport. Noi rappresentiamo Vasto e tutto l’Abruzzo ripeto. Ci sono stati problemi anche durante l’anno. Durante la stagione campo bagnato, allenamenti su altri campi, preparazione del campo il giorno prima per via dell’acqua. E’ stato duro per entrambe le società, Vasto Marina e Vastese 1902. Ora mettere addirittura due manifestazioni sullo stesso campo nella stessa giornata non si può accettare. Lascia senza parole. Noi del Vasto Marina stiamo vedendo infatti per il prossimo anno di trovare un altro campo. Vasto non merita forse tante cose sotto questo punto di vista. La juniores porta il nome di Vasto in giro e magari andava sponsorizzato l’evento, messo in risalto e al contrario ci sono problemi del genere. Noi ora stiamo facendo triangolare con Marche e Molise, se si vince si va nel Lazio, Sardegna o altre location. Il Comune ci mette in difficoltà piuttosto che agevolarci e dare una mano sotto l’aspetto organizzativo. I ragazzi di Vasto che fanno sport vanno tutelati, le squadre del vastese ma anche gente che si alza la mattina, si dedica a queste società, investe e butta, a volte, soldi, per poi trovarsi senza nessun interese da parte della autorità preposte. Questa città rispetto alle altre di altri paesi d’Abruzzo sotto questo punto di vista è zero. Il rugby si deve allenare a San Salvo, la pallamano non riceve risposte sulle strutture per gli allenamenti adeguati, noi così valuteremo di trovare un campo fuori Vasto. La situazione è imbarazzante. Il campo lo dobbiamo curare ogni volta noi quando c’è un operaio messo apposta dal Comune, noi però non vediamo i risultati” afferma dispiaciuto e contrariato il dirigente del Vasto Marina, Enzo Travaglini durante un allenamento dei ragazzi in vista dele prossime partite.

Erba altissima, linee da rimarcare, spogliatoi e struttura da poter presentare al meglio, non si pul avere la contemporaneità delle due manifestazioni, lo ribadisce anche il massaggiatore Pachioli:
“Io è da poco che sono nella società, e mi sono meravigliato. Noi siamo andati ad affrontare un viaggio fino a Grottammare con tanto entusiasmo, siamo riusciti anche a far bene, un buon pareggio, e lì abbiamo visto un ambiente pazzesco. Lo stadio, la squadra rappresentata da tutta una città cosa che qui non esiste. Noi dobbiamo giocare mercoledì e oggi sentiamo dire che c’è anche il torneo delle scuole. Senza nulla togliere a loro, visto che è bene ci siano manifestazioni sportive giovanili in città, ma qui c’è una fase nazionale e non possiamo spostare le date e il campo non può essere usato già per due partite. Noi dovremmo pulire e metterlo apposto entro le 15 cosa quasi impossibile. Più tante altre problematiche di sicurezza e logistica. Il comune dovrebbe sponsorizzarci e invece ci viene contro cosi. Una maglietta ideata magari da far mettere ai ragazzi sarebbe stato un modo per presentare la città facendola indossare anche fuori dalle mura della cttà e invece silenzio assoluto, città inerme completamente. Penso che anche loro qualche volta avranno giocato a pallone e sanno che giocare mattina due partite e poi il pomeriggio un torneo nazionale e sottolineo nazionale, non regionale non giova alle condizioni del terreno di gioco, più ci sono problemi di pulizia della struttura. Il campo sarebbe ridotto malissimo. Ci piacerebbe avere la presenza di qualcuno vista l’importanza del torneo, qualche assessore o rappresentante e invece niente passa tutto in secondo piano, nessun interesse”.

tizianasmargiassi@vastoweb.com

 

Più informazioni su