vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

I balneatori del Vastese a Roma in ausilio del collega arrampicato

Più informazioni su

CASALBORDINO. La prima delegazione è partita ieri sera. Oggi da Casalbordino partono altri operatori balneari. Sono diretti a Roma. “Non possiamo lasciare il collega che sta manifestando per tutti noi da solo”, afferma l’associazione DonnedaAmare.
Marcello Di Finizio l’operatore balneare friulano diventato il simbolo di tutti i balneatori italiani è tornato a protestare sulla cupola di San Pietro per reclamare il diritto dei balneatori alle concessioni. Già raggiunto da un foglio di via rischia l’arresto. La manifestazione di Di Finizio è seguita con preoccupazione e attenzione dagli operatori di Casalbordino. “Ha fatto tante battaglie al nostro fianco. Sta rischiando per tutti noi. Tutti gli operatori balneari dovrebbero raggiungerlo a Roma“, afferma l’associazione DonnedaAmare. 
Intanto dopo una notte sul cupolone Di Finizio continua a restare arrampicato. ”Non scendo fino quando il Governo non si deciderà a varare un decreto che rispetti il nostro diritto di lavorare”, ci ha confermato al telefono. “La politica ha rovinato me e sta rovinando tutti gli operatori balneari italiani. Anche quelli abruzzesi”, ha urlato al telefono Di Finizio, definendo “stanno facendo una esecuzione sommaria di civili innocenti. La proroga delle concessioni per 5 anni è stata bloccata dalla Corte dei Conti. Cosa dico ai miei figli? Per chi ho fatto tanti sacrifici? Da questa cupola invito tutti gli operatori abruzzesi e del Vastese a unirsi per reclamare il diritto di lavorare e vivere”.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su