vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il caro estinto e le leggi vanno rispettate. Puniti gesti irriverenti

Più informazioni su

VASTO. E dopo il pasticcio, arriva la punizione. Il sindaco Luciano Lapenna è intenzionato ad usare il pugno di ferro con chi ignorando leggi e regole ha gettato bare e rifiuti cimiteriali in un cassonetto all’incrocio fra via dei Conti Ricci e via Pitagora a poca distanza dell’ingresso del camposanto. 
L’incresciosa vicenda, come annunciato dalla stessa amministrazioone comunale, è oggetto di una approfondita indagine della polizia municipale. Lo conferma il dirigente del Comune, Ignazio Rullo “Va detto che i rifiuti cimiteriali sono ritenuti rifiuti indifferenziati”, spiega il dirigente dell’Ufficio Servizi. “Certo non possono essere gettati in un cassonetto”, aggiunge e ammette Rullo. “Chi lo ha fatto si è comportato in maniera scorretta e ora dovrà affrontare le conseguenze”. 
In comune assicurano di non essere ancora riusciti ad individuare il responsabile. Sulla vicenda che ha inevitabilmente alimentato polemiche e critiche il sindaco Luciano Lapenna aveva diffuso anche una nota stigmatizzando il comportamento dell’ancora ignoto responsabile. “Chiunque sia ha operato in spregio alle disposizioni di legge”, si legge nel comunicato. “I resti delle bare  non dovevano trovarsi in un normale cassonetto. Chi ha sbagliato sarà perseguito nelle sedi opportune”, ribadisce il primo cittadino.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su