vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Torna Cala Lenta, la tre giorni targata Slow Food Abruzzo della Costa dei Trabocchi

Più informazioni su

VASTO. Valorizzare le specie ittiche dell’Adriatico con particolare attenzione al pesce azzurro e la piccola pesca, quale esempio di  sviluppo sostenibile e rispettoso dell’ambiente, promuovendo le 
meraviglie paesaggistiche della Costa dei Trabocchi. È questa la sfida della settima edizione di Cala Lenta, il grande evento itinerante, organizzato da Slow Food Abruzzo con il contributo dell’ Assessorato alle Agricole e Pesca della Regione Abruzzo, Camera di Commercio di 
Chieti, Comune di San Vito Chietino, Banca Popolare dell’Emilia Romagna, Bls, e Pastificio Cocco e con il patrocinio di Provincia di Chieti e Slow Food Italia, che tornerà ad animare la costa teatina da venerdì 5 a domenica 7 luglio 2013.

Incontri, convegni, laboratori e mercato del gusto, show coking con alcuni tra i migliori chef della cucina regionale e ancora la rassegna “un mare di parole”, nuovo spazio dedicato alla lettura con la  presentazioni di pubblicazioni a tema (dagli itinerari ambientali  sulla costa dei trabocchi, alle ricette del territorio a saggi sull’alimentazione). Tutto per raccontare il territorio abruzzese 
scoprendone la ricchezza culturale e le bellezze paesaggistiche.

“Italia.it, il portale del Turismo del governo italiano, tradotto in 5 lingue diverse lingue, ha indicato Cala lenta tra gli eventi da non  perdere dei prossimi giorni dedicando una news alla rassegna -ha fatto notare il presidente di Slow Food Abruzzo Raffaele Cavallo- che la manifestazione ha superato la dimensione regionale ascrivendosi nel novero degli eventi che fanno una promozione seria e a tutto tondo del territorio”.

Cala Lenta un viaggio non solo attraverso la cultura gastronomica abruzzese ma 
uno strumento per raccontare storie, talenti e territorio di una Regione, l’Abruzzo che ha ancora tutto da scoprire – ha aggiunto il  presidente regionale di Slow Food – Siamo partiti dai trabocchi, 
proverbiale e storica macchina da pesca, fonte di sostentamento, fino agli anni ’60, per la micro economia di questi luoghi, ed oggi  strumenti ideali per ripensare e rileggere in chiave moderna lo  sviluppo sostenibile di questo tratto di costa Adriatica. L’invito – ha detto ancora Raffaele Cavallo- è a prendere parte a questa manifestazione dal programma articolato e davvero per tutti, che ogni  anno registra un numero di presenze in crescita, soprattutto di 
turisti che arrivano fuori Regione”.

Cuore delle attività proposte nella tre giorni di Cala Lenta, sarà l’antico borgo di San Vito Chietino che ospiterà, come di  consueto, il Mercato del Gusto dove, ogni sera, dalle ore 19,00 alle 
ore 24,00, saranno presenti gli artigiani che rappresentano  l’eccellenza agroalimentare del litorale teatino e del territorio collinare retrostante e che si contraddistinguono per la ricerca della  qualità: dai vini (sono 10 le cantine del territorio presenti)  all’olio, dai formaggi della tradizione agropastorale agli agrumi, dai  salumi della Maiella alla tradizione pastaia di Fara San Martino,  dagli ortaggi sott’olio agli oli agrumati della Frentania, fino alle  specialità dolciarie come il bocconotto frentano e le nevole di  Ortona. Sarà anche l’occasione per riscoprire i classici cibi di  strada abruzzesi, serviti nei tipici cartocci, e per gustare sapori  che riportano alle gioiose feste di piazza.

Sempre, a San Vito, il Teatro Due Pini sarà l’affascinante cornice per  il Teatro del Gusto in cui ogni sera chef affermati e nuove leve della  ristorazione abruzzese si esibiranno ai fornelli preparando in diretta  i loro piatti-simbolo ma anche cimentandosi con ricette della cucina  marinara.
Tra le presenze dell’edizione 2013, lo chef-docente Davide Mazza e i  giovani aspiranti cuochi della Niko Romito Formazione, la scuola di  alta formazione gastronomica, la prima del centro sud Italia, ideata e  diretta dallo chef due stelle Michelin del Ristorante Reale di Castel di Sangro Niko Romito, ma anche lo chef Marcello Spadone del Ristorante, una stella Michelin di Civitella Casanova, La Bandiera, con suo figlio Mattia, giovane promessa della ristorazione abruzzese e 
ancora Ermanno Di Paolo, chef e docente nello storico istituto  alberghiero “G. Marchitelli” di Villa Santa Maria.

A preparare i piatti per l’anteprima di Cala Lenta, in una cena a  quattro mani, gli chef emergenti, entrambi celebrati dalla guida Michelin con una stella, Nicola Fossaceca, del ristorante Al Metrò di  San Salvo Marina e William Zonfa, del ristorante Magione Papale dell’Aquila.

Lungo il territorio costiero della provincia di Chieti saranno coinvolte le trattorie e i ristoranti, selezionati da Slow Food, che ospiteranno le cene tematiche dedicate ai piatti della più classica  tradizione marinara locale come la chitarra con i pelosi, la minestra di crostacei e patate, la frittura di paranza, il brodetto di pesce, la scapece.

Paola D’Adamo   (paoladadamo@vastoweb.com)

Più informazioni su