vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La costituzione: l'opinione di Noemi Moretti, premiata alla scuola media Rossetti

Più informazioni su

VASTO. Ieri pomeriggio a Noemi Morettidi della classe II Sezione E, scuola secondaria di I grado Gabriele Rossetti, è stato assegnato il premio per l’impegno con il quale si è distinta in campo letterario.

La giovane vastese commentando la Costituzione ha detto-:”Ciò che viene sancito nei primi tre articoli della Costituzione non trova riscontro oggettivo nella quotidianità.

L’Italia è una Repubblica Democratica FONDATA SUL LAVORO. SI! Forse tanto tempo fa perché oggi ovunque andiamo troviamo persone che scioperano, che protestano e che arrivano a gesti estremi perché la Repubblica fondata sul lavoro li abbandona a se stessi nella tragedia della disoccupazione.

In televisione, nel corso dei TG, assistiamo a scene di disperazione che spesso sfociano in gesti di odio e di intolleranza.

Non capisco molto di quello che orbita nell’universo politico ma ritengo che non ci vuole un quoziente di intelligenza elevato per vedere i politici che, invece di dare risposte, spendono i soldi del popolo in banchetti di nozze, in feste, in auto di lusso, in viaggi infischiandosene dei propri connazionali che soffrono.

Questo, per me, è l’unico modo che ho di esprimere la mia opinione senza che nessuno mi interrompa.
Nel mio piccolo, forse me ne rendo conto più di loro ed è per questo che non credo che la nostra nazione sia una repubblica democratica fondata sul lavoro.

La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità e richiede l’adempimento dei doveri di solidarietà politica, economica e sociale.
Secondo me anche questo secondo articolo della Costituzione viene costantemente calpestato, Mi chiedo cos’ho fatto io per meritare questo futuro.
Mio padre mi dice che devo imparare bene le lingue straniere perché la mia vita si evolverà all’estero.

E se io non voglio andare via?
A cosa serve rispettare il dovere del voto se lo Stato non ci garantisce il DIRITTO al LAVORO?
Sento di poter affermare che anche questo secondo articolo della Costituzione non viene rispettato.

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla Legge, senza distinzione di sesso, di razza,, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
E’ compito della repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico, sociale che, limitando di fatto la libertà è l’uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del paese.
Mio padre dice che la Costituzione va cambiata invece, secondo me, va rispettata perché fino ad oggi nessuno ha seguito quei principi ed io sono convinta che se si facesse vivremo tutti meglio ed in una nazione realmente fondata sul lavoro.

Ringrazio la mia professoressa di lettere Rosalba Felice -ha concluso Noemi Moretti-per il sapere che mi ha trasmesso e mi trasmetterà e dedico il premio alla mia maestra delle elementari Giancarla Corbi”.

Grande soddisfazione per il premio ricevuto dalla giovane studentessa è stata espressa dal Presidente della regione Abruzzo, Gianni Chiodi, dall’ex sindaco di Pescara, Luciano D’Alfonso e dal sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca.

Paola D’Adamo  paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su