vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Nasce a Vasto un comitato pro Renzi per salvare la città

Più informazioni su

VASTO. Nasce a Vasto il comitato pro Renzi, per salvare la città e il territorio.  Fabio Giangiacomo, già gruppo consiliare del PD: “La grave situazione occupazionale del nostro comprensorio  ed  i prossimi decisivi appuntamenti politici impongono a tutte le persone responsabili una profonda riflessione e scelte coraggiose. Il caso  Golden Lady e i sempre più ricorrenti fallimenti di imprese di tutti i settori  non possono lasciarci insensibili spettatori di scenari sempre più cupi. In questo quadro, il futuro del P.D. rappresenta , in ogni caso, un elemento decisivo per aprire una nuova fase fatta però di competenza, concretezza e serietà.. Le vicende recenti in Abruzzo, anche di tipo elettorale, testimoniano –  però – la urgente necessità di un approccio diverso alla politica che riguarda non solo  i contenuti ma anche il  metodo di lavoro e di coinvolgimento. Nel nostro comprensorio si parla troppo di nomi e possibili cariche senza che questo venga accompagnato da un partecipato disegno programmatico che riavvicini i cittadini alla politica. Finita l’era del libero debito pubblico e della svalutazione competitiva,  nessuno è più in grado di assicurare opere pubbliche  o investimenti privati solo perché è dentro o vicino alla cd. “stanza dei bottoni” Occorre, invece,  una classe dirigente diffusa, appassionata del proprio territorio  e attenta a cogliere tutte le opportunità e tramutarle in progetti articolati, capaci di attrarre investimenti pubblici e privati, in linea con una idea condivisa di sviluppo Fatte queste premesse,  la scelta di Renzi per il prossimo congresso e,  si spera,  per la guida del Paese, a questo punto appare quella che meglio intercetta questa necessità di innovazione e insieme di partecipazione e concretezza. Con molta umiltà ritengo che il prossimo congresso del PD rappresenti una valida occasione per Vasto e per il comprensorio per riallacciare fattivi rapporti con le categorie sociali e finalmente far decollare quel “patto per il territorio” premessa indispensabile ad un nuovo progetto di sviluppo che tenga in pari conto le esigenze del lavoro e la tutela dell’ambiente, senza inutili forzature o pericolose fughe in avanti. Un valido esempio  in questa direzione si è già realizzato con il Piano Regolatore Portuale di Punta Penna, dove amministrazioni e categorie sociali hanno concorso ad un progetto che potrà portare la ferrovia direttamente sul bacino portuale e che – contemporaneamente – è risultato utile alle imprese e  ha superato tutte le valutazioni di compatibilità ambientale e le osservazioni tecniche delle associazioni ecologiste. Questo metodo deve condurre a creare i presupposti per la soluzione di tutti i problemi complessi del nostro territorio, da quello dell’articolazione dei servizi  a quello dell’individuazione delle priorità infrastrutturali materiali e immateriali. Purtroppo, un risultato analogo non si è potuto raggiungere con l’altro importante progetto strategico, riguardante la Costa Teatina, per il quale la Regione Abruzzo ha dimostrato, ancora una volta,  tutta la sua incapacità di scelta e di sintesi .  Con questo spirito, a Vasto  ho deciso non solo di supportare Renzi ma anche di creare un circolo di sostegno alla sua candidatura, aperto a tutti coloro che vogliano “partecipare” ad una nuova fase della politica, anche su scala locale”.
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su