vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Questa notte abbiamo rischiato la vita, 220 famiglie rovinate"

Più informazioni su

VASTO. Dopo la nottataccia trascorsa a presidiare la fabbrica durante la quale si è rischiato lo scontro fisico con la proprietà che tentava di svuotare i magazzini e prelevare i macchinari, questa mattinata i lavoratori della Golden Lady hanno continuato il presidio. Confortati dalla presenza del Presidente Enrico  Di Giuseppantonio, dai consiglieri provinciali Etelwardo Sigismondi ed Angelo Argentieri,  esponenti sindacali e da alcuni sindaci del circondario, i lavoratori continuano nella loro protesta spiegando che non meritano di perdere il loro posto di lavoro. “

Gli operai e le operaie della Silda, che ha riassorbito circa 200 dipendenti nella riconversione Golden Lady sottoscritta a Roma negli uffici del Mise il 29 maggio 2012, attendono stipendi arretrati e garanzie per il futuro dopo il licenziamento in blocco delle circa 160 lavoratrici. Il licenziamento è stato comunicato il 12 luglio scorso, per l’assenza di garanzie sulla formazione “on the job”. ”Dobbiamo farci risarcire il danno di immagine che è stato arrecato” –ha spiegato il presidente Di Giuseppantonio-.

“Questa notte –ha raccontato Iolanda Di Tullio, ex dipendente della Golden Lady- abbiamo rischiato la vita. Pretendiamo che venga fatta luce su questa vicenda. Abbiamo subito stress psicologico e fisico che nessuno ci potrà ripagare. Sette anni fa siamo stati definiti assenteisti. In sei mesi abbiamo lavorato realizzando 500 paia di scarpe al giorno, abbiamo tollerato anche le condizioni più assurde pur di lavorare ed ora ci ripagano in questo modo. Questo imprenditore ha rovinato 220 famiglie”.

“La vicenda Golden Lady sta assumendo sempre più carattere di estrema gravità. Occorre fare chiarezza sulla fallita riconversione industriale, chiedere una nuova interlocuzione con l’azienda Golden Lady e riaprire il tavolo presso il Ministero dello Sviluppo Economico”. Su questi obiettivi, ha assunto impegni il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giovanni Legnini.

Paola D’Adamo      paoladadamo@vastoweb.com

Foto di Nicola Cinquina

Più informazioni su