vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Commercio abusivo:"Stiamo fallendo"il grido d'allarme dei regolari

Più informazioni su

VASTO. Gli affari dei commercianti di lungomare Duca degli Abruzzi a Vasto Marina vanno male, da quando sono arrivati gli abusivi sul Lungomare Ernesto Cordella. 

“Sono vicino al fallimento –ha dichiarato Sergio Ossoli  – non ho più lavoro. Non posso più permettermi di pagare l’affitto di un appartamento e dovrò tornare a vivere con mia madre. Intanto vivo in un camper. Nessuno ci tutela, ci hanno spostato in questa zona otto anni fa- ha spiegato- perché ci avevano detto che non potevamo ricreare la casba, abbiamo rispettato tutte le regole che ci hanno imposto ed ora non vendiamo più niente. Il flusso di denaro si ferma prima di arrivare al lungomare Duca degli Abruzzi.

Gli abusivi sono concorrenti sleali. Vendo cover e faccio  incisioni con il laser, devo pagare le tasse e non posso vendere lo stesso prodotto come loro ad un euro. Sostengo costi di circa 7500 euro l’anno tra affitto, tarsu etc. Un po’ di crisi c’è, è vero,  ma ora con la concorrenza sleale è impossibile andare avanti. Non interviene nessuno. Le forze dell’ordine fanno a scarica barile ed i vigili urbani sono assenti”.

“ Siamo riusciti a vedere i vigili-ha aggiunto Romeo Parente, commerciante anche lui, vende libri- solo quando abbiamo deciso di protestare. Il sindaco ha promesso che avrebbe preso a cuore la questione ma finora non è successo niente”. “Molti abusivi vengono da paesi vicini dove i controlli sono più severi-ha aggiunto qualcun’ altro- ogni giorno arrivano altri ambulanti. Molti dormono nella pinetina, altri invece in alloggi dove proprietari senza scrupoli preferiscono percepire in nero da dieci abusivi somme che una famiglia di turisti non pagherebbe”. Sulla spiaggia lo scenario è indecoroso. Veri e propri mercati con bancarelle su cui è esposta la merce.

Fernando Sorgente titolare dello stabilimento balneare da “Fernando” ha confermato che negli ultimi anni il numero degli ambulanti sulla spiaggia è cresciuto notevolmente.  Ad essere in torto però non sono solo i venditori ma anche gli acquirenti se non ci fossero persone disposte ad acquistare sulla spiaggia o sul lungomare, gli ambulanti non avrebbero motivo di vendere.

Paola D’Adamo  paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su