vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pane e pesce in riva al mare: la protesta dei commercianti

Più informazioni su

VASTO. Non solo vestiti e borse. Da qualche tempo e sempre più spesso in riva al mare vengono venduti anche prodotti commestibili. Dopo il pesce e gli insaccati adesso è arrivato anche il pane. Un lettore di Vastoweb segnala il fatto al nostro sito chiedendo l’intervento delle autorità sanitarie. Ecco la lettera.
“Con l’arrivo della stagione estiva si diffondono sempre più le vendite ambulanti, però ci sono alcuni prodotti che per essere venduti devo rispettare tutte le normative igienico-sanitarie.Tra questi ricordiamo la vendita di pane e riporto la legge che tutela questo commercio:
“È vietata la vendita del pane in forma ambulante e nei pubblici mercati, fatta eccezione per quelli coperti […]” è quanto in parte recita l’art. 26 della Legge ordinaria del Parlamento n° 580 del 04 luglio 1967 che disciplina la lavorazione e il commercio dei cereali, degli sfarinati, del pane e delle paste alimentari.
La stessa norma definisce nell’art. 24 che “la vendita al pubblico del pane di qualsiasi tipo e specie può essere esercitata solo dagli esercizi che abbiano ottenuto la prescritta licenza di commercio, nella quale la voce ‘pane’ sia indicata in modo specifico”.
La nostra costa non è immune da questo fenomeno percui chiediamo l’intervento della autorità competenti,ma anche di Nas,GdF,Confcommerio e dei rappresentanti di settore.Precisamente il tratto a cui faccio riferimento è la statale che collega Vasto Marina a San Salvo,dove puntualmente sono presenti un Fiat Scudo di colore giallo e un Fiat Ducato che commerciano tali prodotti,in totale assenza di requisiti sanitari e fiscali.Confidiamo nella legge e nella giustizia,grazie per l’attenzione…” dichiara A.R. . redazione@vastoweb.com

 

Più informazioni su