vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Raccolta firme per le barriere fonoassorbenti dei quartieri San Lorenzo-Vasto Sud

Più informazioni su

VASTO. Una raccolta firme per barriere fonoassorbenti adeguate lungo l’autostrada San Lorenzo -VastoSud. Duecento cittadini hanno chiesto a Regione, Società Autostrade VII tronco e al Comune di Vasto di attivarsi per ridurre l’ inquinamento acustico nelle vicinanze della A14.
“Siamo stati presi in giro dai responsabili della direzione autostrade del VII tronco di Pescara, hanno iniziato i lavori dopo tantissimi anni di attesa e non hanno completato il lavoro, siamo rimasti increduli e stupiti ,abbiamo contattato il responsabile del VII Tronco il quale ha dichiarato che i lavori sono ultimati”. 
I cittadini sono furiosi e hanno cominciato una raccolta firme contro questa ingiustizia, oltre allo sperpero di denaro pubblico perché sono state posizionate in punti dove non ci sono abitazioni, le barriere partono dalla chiesa di San Lorenzo per finire subito dopo e poi i tratti più interessati dalle abitazioni sono state lasciate per diversi km senza barriere, insomma sono stati fatti i due estremi e hanno lasciato il tratto più inquinato a livello acustico scoperto. 
“I nostri figli soffrono da sindrome da stress acustico, abbiamo anche certificati medici che lo dimostrano e non dormiamo più la notte, i pannelli previsti nel progetto di ampliamento dell’autostrada sono incompleti e, chiediamo perciò che vengano previste barriere fonoassorbenti più alte ed efficaci e su tutto il tratto interessato”.
Come tutti sanno, il rumore, e quindi l’inquinamento acustico, sta rappresentando sempre più uno dei gravissimi fattori di rischio. Gli effetti dannosi provocati dal rumore, non colpiscono solo l’apparato uditivo, causando sordità, ma anche altri organi, quali l’apparato cardiocircolatorio, quello digerente e quello endocrino, provocando alterazioni psichiche che causano cefalea, malessere, insonnia, stanchezza, irritabilità, depressione, ecc.  
“Siamo decisi a tutto pur di ottenere i nostri diritti e porteremo avanti questa battaglia, stiamo organizzando un sit-in presso la direzione autostrade del VII tronco di Pescara, e chiederemo risposte immediate e conclusive dei lavori”concludono. Di certo si sa che gli abitanti degli edifici in prossimità dell’autostrada avevano richiesto più volte, negli anni passati, un intervento per ridurre i livelli di inquinamento acustico derivanti dal passaggio delle automobili, ma ad oggi il loro disperato appello è rimasto tale. “Lotteremo affinchè si completino i lavori, e questo è solo l’inizio della battaglia”. redazione@vastoweb.com

Più informazioni su