vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Omicidio Paganelli, tra un mese la sentenza per Vito Pagano

Più informazioni su

SAN SALVO. Manca ormai un mese alla conclusione della tormentata vicenda giudiziaria sull’omicidio di Albina Paganelli, 68 anni. La donna è stata uccisa un anno fa, la notte del 14 agosto, dopo essere stata derubata. Per quel delitto è in carcere Vito Pagano, 29 anni. Il 26 luglio è cominciata sul giovane una nuova perizia psichiatrica. Gli accertamenti sono terminati prima di Ferragosto. Presto sarà depositato l’elaborato. L’esame ha accertato le capacità cognitive e razionali dell’imputato non solo nelle ore successive al delitto, ma anche a distanza di giorni. La richiesta è stata fatta dai difensori dell’indagato, gli avvocati Clementina De Virgilis e Fiorenzo Cieri. 
Gli avvocati hanno insistito sulla perizia per dimostrare che il comportamento del loro assistito era alterato da uno stato psichico compromesso dall’uso di stupefacenti. Non la pensano affatto così gli avvocati che rappresentano la famiglia della vittima, Giovanni e Antonello Cerella, nè i colleghi Marisa Berarducci, Andrea Chierchia e Giuseppe Piserchia ,difensori dei giovani accusati in un primo momento dell’omicidio da Pagano. 
“L’uso di droga non può giustificare un delitto così efferato aggravato dal fatto che la vittima si fidava dell’imputato”, insiste l’avvocato Cerella. “I nostri clienti hanno trascorso momenti drammatici. Sono stati tirati in ballo  senza alcun motivo”, aggiungono gli avvocati Berarducci, Chierchia e Piserchia. Nel corso dell’udienza in programma il 24 settembre prossimo dopo aver preso visione della perizia, ascoltate le parti, il giudice Anna Rosa Capuozzo emetterà la sentenza. La figlia della Paganelli, Concetta Cupaiolo e lo zio Valentino Paganelli chiedono giustizia. In aula è prevista battaglia. Il processo a Vito Pagano è iniziato nel mese di maggio. Nonostante il rito abbreviato i pm, Enrica Medori e Giancarlo Ciani hanno chiesto la condanna a 30 anni per omicidio e calunnia. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su