vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"E' una vergogna, chiusi i bagni pubblici a causa degli atti vandalici"

Più informazioni su

VASTO. La città di Vasto non potrà essere considerata a vocazione turistica fino a quando non saranno garantiti i servizi fondamentali per i vacanzieri. “E’ una vergogna –sostiene l’imprenditore vastese Remo Salvatorelli- non poter offrire ai turisti, che scelgono di trascorrere anche solo un giorno a Vasto, la possibilità di utilizzare i bagni pubblici. I numerosi atti vandalici hanno costretto il comune a sostenere molte spese e la soluzione migliore per evitare altri danni è stata quella di chiudere i bagni.

I locali dei servizi igienici in via Tre Segni a pochi passi dalla villa comunale, quelli di Porta Palazzo e quelli dell’arena delle Grazie sono stati distrutti più volte da ignoti. Purtroppo però questa situazione provoca gravi disagi. Nei giorni scorsi, alcuni componenti di una comitiva di Cassino, ha dovuto rinunciare alla visita della chiesa di S. Maria a causa della lunga fila all’unico bagno della Pinacoteca di Palazzo d’Avalos.

Un sistema, per scongiurare altri atti vandalici e garantire la disponibilità dei bagni-suggerisce Salvatorelli- potrebbe essere quello di installare dei tornelli accompagnati di sistemi di controllo che garantiscono totale trasparenza sugli accessi. Oppure –conclude Salvatorelli- bisognerebbe alternare persone disposte a prestare il proprio servizio ottenendo in cambio le offerte lasciate dagli utenti. Sistemi questi che potrebbero evitare altri raid e dare la possibilità di garantire il diurno ai cittadini ed ai turisti”.

Paola D’Adamo  paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su