vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Assalto al portavalori della A14. Concluse le indagini: tutti a giudizio

Più informazioni su

VASTO. Al via il processo ai presunti responsabili dell’assalto armato da 600mila euro al portavalori della società Aquila sulla A14. Entro 30 giorni inizierà il giudizio per le 5 persone fermate. Ieri mattina al termine dell’udienza di incidente probatorio, il giudice Anna Rosa Capuozzo ha rimesso gli atti al pm Giancarlo Ciani. Il sostituto procuratore a sorpresa, ha disposto la conclusione delle indagini ed il rinvio a giudizio dei 5 indagati finiti in carcere: Matteo Morra, Antonio Patruno, Vincenzo Costantino, Simone Di Gregorio e Cono Surace. 
I cinque imputati sono accusati di concorso in tentato omicidio aggravato, rapina, detenzione e porto abusivo di armi da guerra e parti di esse, ricettazione e incendio doloso. A breve  gli accusati sapranno se la magistratura vastese ha deciso di processarli con il giudizio immediato o ordinario. 
“Per quanto riguarda i miei assistiti continuo a sostenere che non presero parte fisicamente all’assalto armato”,dice l’avvocato Antonello Cerella difensore di Di Gregorio e Surace, entrambi di San Salvo. La posizione più delicata è quella di Matteo Morra, 36 anni di Cerignola, titolare di una ditta di autodemolizioni, arrestato il 3 settembre. I risultati degli accertamenti tecnici dei Ris dei carabinieri lo inchiodano. In particolare su un passamontagna e su un paio di guanti di pelle usati per la rapina sono state isolate tracce di un Dna compatibile con quello di Morra. Oltre ai 5 arrestati le indagini hanno portato ad altri 19 avvisi di garanzia. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su