vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Ladre professioniste scoperte dalle telecamere: segnalate alla Procura

Più informazioni su

VASTO. L’atteggiamento delle tre ladre, donne di una certa età, era quanto mai sicuro e tipico di chi sa il fatto suo, gli sguardi e i cenni di tacito accordo in merito ai movimenti delle signore, non lasciavano spazio a dubbi. Entrate qualche tempo addietro in un grande supermercato della città del Vasto, verso le ore 17.00, avevano girato a lungo nell’esercizio pubblico con aria circospetta al fine di scegliere oggetti esposti di particolare valore. La tecnica prescelta era quella più consumata dai ladri di una certa esperienza. Dopo aver raccolto e messo nel carrello del supermercato oggetti di tenue valore, una delle donne, indossando vestiti ampi e comodi, sottraeva piccoli oggetti di valore e li nascondeva sulla propria persona.
Nel frattempo le altre due facevano da palo assicurandosi che nessuno potesse accorgersi di nulla collocandosi a distanza di sicurezza in posizioni  strategiche. Per loro sfortuna nessuna delle tre si era accorta del perfetto sistema di videosorveglianza che, montato all’interno del supermercato, nascondeva benissimo le telecamere di ripresa. Al momento della sottrazione degli oggetti le tre donne venivano perfettamente memorizzate sui supporti magnetici del sistema di videosorveglianza e si allontanavano accelerando il passo. Alcuni dipendenti del supermercato avevano avuto il sospetto che le tre donne potessero aver sottratto qualcosa.
Dopo averle seguite nel parcheggio, i dipendenti del supermercato chiedevano ad una delle tre di fare un controllo sulla merce acquistata. Quest’ultima rispondendo bruscamente si allontanava riunendosi alle due complici in una autovettura parcheggiata poco distante. Ovviamente i dipendenti del supermercato annotavano il numero di targa della macchina usata dalle donne che partiva a folle velocità facendo stridere le gomme sull’asfalto. Proprio grazie alle immagini raccolte ed alla targa è stato possibile riconoscere due delle tre donne entrambe con vari precedenti di polizia sempre per reati contro il patrimonio della stessa tipologia. Si tratta di S.A. di Termoli di 33 anni e D.R.E. di Torremaggiore di 42 anni. Rimane in corso di identificazione la terza donna della quale le prime due non hanno voluto fare il nome, una donna di mezza età, robusta e con gli occhiali da vista dalle lenti spesse. Il furto ammonta ad un valore di circa 300 euro. Le donne sono state segnalate alla Procura della Repubblica competente. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su