vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vastese-San Salvo nel mirino dell’Osservatorio. "Invito a collaborare"

Più informazioni su

VASTO. Il gran giorno è arrivato. Oggi sul rettangolo di gioco dell’Aragona si incontrano la Vastese 1902 e l’U.S. San Salvo, un incontro definito dall’autorità di pubblica sicurezza ad alto rischio. Da ieri pomeriggio la polizia tiene lo stadio sotto controllo per evitare l’ingresso di ultras abusivi residenti fuori città. Vastese-San Salvo è stata infatti vietata ai tifosi in trasferta. Il provvedimento sanzionatorio emesso dal Comitato di analisi per la sicurezza e le manifestazioni sportive è stato preso per motivi di sicurezza. 
Oggi all’Aragona si entra esibendo insieme al biglietto d’ingresso un documento di identificazione. Lo stesso presentato al momento dell’acquisto del biglietto e che attesta la residenza a Vasto. La disposizione di fatto vieta quindi anche agli amministratori dei comuni vicini di entrare all’Aragona. Prima di aprire le biglietterie la polizia farà un controllo dentro la stadio per assicurarsi che non ci siano presenze inopportune. 
“A Vasto è la prima volta che accade, ma non sarà l’ultima se in futuro dovessero verificarsi ancora problemi di ordine pubblico”, avvisa la polizia. “L’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive è deciso a lanciare un preciso segnale. Chiediamo ai tifosi di darci una mano ed evitare iniziative che vadano ad alimentare la tensione”, è l’invito del dirigente del commissariato, Cesare Ciammaichella. “Invito tutti coloro che si recheranno oggi allo stadio a portare con sè lo stesso documento di riconoscimento esibito al momento di acquistare il biglietto. Mi aspetto comprensione e collaborazione”, ripete il vice questore.
redazione@vastoweb.com

 

Più informazioni su