vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Discariche abusive e depuratori malfunzionanti. La Fee si rivolge al ministero

Più informazioni su

VASTO. Paolo Leonzio, responsabile regionale della Fee, la federazione per l’educazione ambientale che fregia le località rivierasche della Bandiera Blu, scrive al ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando e chiede aiuto per i fiumi e il mare della costa teatina.
Leonzio invoca provvedimenti urgenti per salvare l’ambiente costiero. “Se in Campania la situazione è delicata, da noi ci sono criticità inquietanti”, dice. “La maggior parte dei comuni è disseminata di discariche: montagne di rifiuti di qualsiasi tipo, spesso camuffate con strati di terriccio. La pioggia trascina il percolato nei torrenti che scaricano a mare. Ci sono Comuni privi di depuratori altri che li hanno ma sono malfunzionanti. I rifiuti liquidi finiscono in mare”, denuncia Leonzio.
A parere del presidente della Fee la moria di molluschi e mitili registrata nei mesi scorsi è dovuta anche a questo problema. Leonzio che è anche  presidente regionale di Eco School Abruzzo Ambiente e Sport (una associazione di volontariato legata alla Fee) ha istruito drappelli di volontari e insieme al personale che è stato assegnato dal Tribunale per le esecuzioni penali (Tep) ha iniziato a fare un accurato monitoraggio della costa. “Sono disposto a mettere a disposizione del ministero un nutrito dossier fotografico che documenta quanto appena denunciato. Chiedo che venga risolto con la massima urgenza un problema che rischia di provocare gravi criticità ambientali”, ammonisce il dirigente della Fee. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su