vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pallamano Vasto, Ricciuti: campionato, triangolare, appello ai tifosi e curiosità

Più informazioni su

VASTO. A breve prenderà il via il campionato di serie B di pallamano. La squadra vastese sarà ai nastri di partenza come ormai da tradizione da decine di anni. La squadra che ha vissuto momenti d’oro riempendo interi palazzetti e entusiasmando tutti, dopo un periodo di flessione sta cercando di tornare ai fasti di una volta. Anno dopo anno cercando di migliorarsi. A parlare della pallamano e di questo campionato alle porte il capitano Alessio Ricciuti: 
“Cosa è cambiato rispetto alla passata stagione nella squadra della Pallamano Vasto?”. “Rispetto alla scorsa stagione nella squadra non è cambiato niente a livello di voglia di lottare e di ben figurare per la squadra, per la città e per i tifosi. A livello di organico, il lavoro che nell’ultima stagione a livello di pubblicità sui social network come Facebook o sul nostro blog aspallamanovasto.blogspot.com ci ha ripagati. Siamo riusciti a far avvicinare alcuni ragazzi che ora sono stabilmente in squadra e sono entrati a far parte del nostro gruppo, perché fondamentalmente prima di essere squadra siamo un gruppo di amici”.
“Le novità della stagione 2013-2014 e gli obiettivi che vi ponete?”. “Quest’anno ci sono novità nel nostro campionato. Non siamo più inseriti nel girone con il Lazio ma affronteremo le 4 squadre che partecipano alla Serie B delle Marche. Il girone sarà Abruzzo-Marche. Campionato più difficile per tutti non solo per noi perché le squadre non le conosciamo  e  non sappiamo come giocano. Diciamo che il girone di andata sarà una sorpresa un pò per tutti. Affrontare le squadre marchigiane che sono da non sottovalutare, perché hanno una ottima tecnica individuale e puntano molto sulla fisicità e la corsa, sarà una sorpresa. Campionato avvincente perché possono esserci sorprese in tutte le partite. In più quest’anno nel nostro campionato avremo il Città Sant’Angelo, storica formazione abruzzese che fino a maggio combatteva in Serie A per i posti nobili del campionato a livello nazionale, arrivando al 5° posto finale, e che per colpa della crisi che sta attanagliando tutti dovrà ripartire dalla Serie B, ma comunque una squadra molto forte, favorita di diritto per la vittoria del campionato. Oltre al Città Sant’Angelo, la Pallamano L’Aquila, la Pallamano Vasto e il Guardiagrele in Abruzzo. Le formazioni marchigiane saranno la Pallamano Ascoli, l’HC Chiaravalle, l’HC Camerano e l’HC Monteprandone, anch’essa squadra molto forte in quanto l’anno scorso militava in Serie A2 e che sempre per colpa della crisi è dovuta scendere di categoria. Quest’anno la Serie B sarà un bel campionato duro e combattuto. Il nostro obiettivo per ora è quantomeno fare gli stessi punti dello scorso campionato, poi vedremo partita per partita”.
“Quante ore vi allenate e dove per farvi trovare pronti per un campionato di serie B di buon livello?”. “Per ora ci alleniamo 3 volte la settimana alla palestra dei Salesiani, che ringrazio a nome della squadra e della società che anche quest’anno ci permette di allenarci, nonostante i vecchi e soliti problemi che ci perseguitano dallo scorso anno. Nessuno ci è venuto vicino per darci una mano, però noi con le nostre forze e con la nostra passione facciamo quello che possiamo per portare avanti una realtà storica di Vasto a livello sportivo. Non voglio fare nessuna polemica. E’ molto importante per noi che non manchi mai la nostra voglia di giocare, di vincere e di allenarci, e soprattutto che non manchino i tifosi che la passata stagione ci sono stati molto vicini e ci hanno dato la carica giusta in tutte le partite. Noi ci alleniamo dal 20 agosto. Fino a metà settembre ci ha ospitato il Lido Acapulco di Vasto Marina, che voglio ringraziare nella persona di Massimo Di Lorenzo, che ci ha permesso di fare la preparazione atletica presso il suo stabilimento e ci ha sostenuto nel torneo di Beach Handball a Margherita di Savoia a luglio dove abbiamo raccolto un buon 4° posto contro squadre che praticano da anni la pallamano in spiaggia. Possiamo migliorare sotto tutti i punti di vista e la nostra forza è il gruppo. Siamo tutti amici e la nostre abilità le mettiamo tutti a servizio della squadra”.
“C’è una squadra contro cui Vasto ci tiene a fare particolarmente bene? L’anno scorso grande rivalità e pathos contro il forte Pescara, quest’anno?”. “La prima squadra contro cui vogliamo fare bella figura sicuramente è il Città Sant’Angelo, perché sono di livello nettamente superiore non solo a noi ma credo rispetto a tutte le squadre del nostro campionato, e poi vogliamo fare bella figura contro noi stessi, anche perché sappiamo di essere forti e alcune partite non riusciamo a vincerle perché perdiamo di concentrazione e in alcuni casi abbiamo paura di vincere e questo non ci permette di chiudere i match a nostro favore”.
“C’è un giocatore o ex compagno che ora milita in altra squadra a cui vorresti fare un in bocca al lupo particolare o lanciare una sfida?”. “Ogni tanto mi sento con Andrea Leonardi, che ora gioca nell’Atellana in Serie A2. Gli mando un grosso in bocca al lupo per la sua stagione che a quanto ho visto fino ad ora sta andando bene e ogni tanto gli dico che ci vedremo in A2 molto presto!”.
“A te personalmente erano arrivate proposte anche per andare a giocare con la squadra di rugby vastese, ma hai scelto ancora una volta la pallamano”. “Si, Massimiliano D’Onofrio ha cercato in tutti i modi di corteggiarmi per andare a giocare con il Vasto Rugby, mi ha anche fatto giocare in un torneo a Sulmona dove la squadra è arrivata terza se non ricordo male. Gli ho sempre detto che solo nel caso in cui non si fosse riformata la squadra di Pallamano a Vasto sarei andato a giocare a Rugby. Mi dispiace tanto che quest’anno stanno avendo un sacco di problemi e spero dal prossimo che saranno sempre più forti, glielo auguro perché sono tutti amici e stava nascendo quasi un gemellaggio tra la Pallamano Vasto e il Vasto Rugby…iIo credo che qualsiasi sport tu pratichi, che sia la pallamano, che sia il rugby, che sia il la pallavolo, è un qualcosa che coltivi da bambino, da quando inizi a fare sport, da quando inizi a far parte di una squadra, mettendoti a confronto con i tuoi compagni prima di tutto e poi con gli avversari, che lo sport che pratichi ti entra dentro, perché vuoi emergere, vuoi essere più forte dell’avversario e batterlo. Per me la pallamano è stato amore a prima vista, ho lasciato il calcio per giocare a pallamano e dalle prime partite che ho fatto, dai primi allenamenti che mi sono appassionato sempre di più a questo sport che ormai è diventata quasi una malattia per me. Ti rimane dentro anche quando smetti perché la mente vorrebbe essere in campo a giocare e a far vedere quello che si sa fare ai tuoi compagni e agli avversari, solo che il corpo non te lo permette purtroppo…io spero di giocare almeno fino a 50 anni…poi si vedrà”.
“Domenica ci sarà nel pre campionato un triangolare molto interessante a Vasto organizzato da voi”. “Abbiamo organizzato un triangolare amichevole di preparazione al campionato con L’Aquila e Guardiagrele qui a Vasto, e giocheremo alla Palestra dei Salesiani, dalle 15 in poi di domenica 27 ottobre. E’ un torneo fortemente voluto da tutti noi perché giocare e fare amichevoli è fondamentale per prepararsi al meglio per il campionato, ma anche per permettere ai nostri nuovi ragazzi che sono entrati a far parte della squadra, (Armando Gaggini, Francesco Arditelli, Marco Ruggiero, Remy Marciano, Tito Sfredda, Valerico Laccetti (figlio d’arte) Andrea Di Guilmi ed Emanuele Pietropaolo) di giocare in una partita di pallamano.  Diciamo che è un importante allenamento sia per loro che per noi più esperti per provare in campo quello che abbiamo messo in pratica solo in allenamento fino ad ora. Voglio invitare tutti i vastesi, e tutti i “curiosi” a venire a vedere questo torneo di pallamano, sia per sostenerci, sia per vedere cos’è la pallamano…e sono sicuro che ne resteranno soddisfatti, perché è un bellissimo sport”.
“Un appello del capitano Ricciuti ai tifosi”. “L’unico appello che voglio fare ai tifosi è di venire a fare il tifo per noi come hanno fatto tutta la passata stagione perché quando sei in campo e senti i tifosi sostenerti ti dà ancora più grinta, soprattutto negli sport indoor dove i tifosi sono ad un metro di distanza da te. Ci hanno sempre aiutato sotto tutti i punti di vista, anche economico a volte. Noi siamo di Vasto e vogliamo rispetto, perché portiamo in giro per l’Italia il nome della nostra città e perché siamo una squadra fatta interamente di giocatori vastesi! Per cui, che dire, aspettiamo tutti i vastesi, sia domenica 27 ottobre, che durante tutto il campionato”. Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su