vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La Val Sinello sta morendo: il Pantalonificio rischia la chiusura

Più informazioni su

VASTO. Continua  in modo drammatico e senza soluzione di continuità  la crisi della Valsinello e le ripercussioni negative sia sui livelli occupazionali che sull’economia dell’intero territorio.
“L’ultima situazione di difficoltà seppur non inaspettata, arriva dal gruppo Canali, che vede coinvolti nel processo di crisi 97 lavoratori ( 90% donne ) del reparto pantaloni. Attualmente sono in essere i contratti di solidarietà che termineranno nella prima metà di Gennaio 2014; nel corso degli ultimi mesi la proprietà ci aveva preannunciato di aver coinvolto la Wollo al fine di individuare imprenditori per una riconversione. Ieri presso la Confindustria di Vasto si è svolto un incontro per fare il punto della situazione. La proprietà ci ha comunicato che la trattativa con il nuovo soggetto è saltata all’ultimo momento e non ci ha dato indicazioni su come andare avanti e soprattutto non vuole tornare indietro circa la volontà di cessare l’attività. Questo è inaccettabile, non tanto e non solo per quello che  le maestranze hanno dato nei passati vent’anni, ma soprattutto perché riteniamo che un grande gruppo come Canali debba trovare soluzioni alternative al suo interno. Il gruppo Canali ha diversi stabilimenti situati nelle Marche e in Brianza e la sua forza è sempre stata quella del Made in Italy , della elevata professionalità e relativa qualità del prodotto.   Già nella mattinata odierna, dopo l’assemblea, ci sono state delle proteste dinnanzi agli Uffici dello stabilimento, dove era presente il responsabile del personale del gruppo, Dott.Greganti.
La preoccupazione è forte anche per il resto del sito ( reparto giacche circa 300 unità) tant’è che venerdì mattina è prevista una assemblea anche con loro per analizzare la situazione. Successivamente valuteremo il calendario di mobilitazione e il coinvolgimento delle Istituzioni, auspicando che ci si renda conto,  FATTIVAMENTE, CHE LA VALSINELLO STA’ MORENDO ( per essere ottimistici…..)  unitamente a tutto il territorio. Sicuramente nella iniziativa politica a difesa della Valsinello di venerdì 25 p.v…….oltre agli ex Golden Lady ci saranno altre 100…..famiglie preoccupate” scrivono Rucci (Filctem-Cigl), Zerra (Femca-Cisl) e Musacchio (Uiltec-Uil). redazione@vastoweb.com

Più informazioni su