vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Crisi e nuovi poveri: i numeri di una realtà drammatica

Più informazioni su

VASTO. Volontari in azione per aiutare le vittime della crisi. Il numero di famiglie in difficoltà in città cresce a dismisura. La mensa della Caritas non basta più e i parroci ricevono decine di richieste d’aiuto al giorno. Anche gli istituti e le case famiglia sono in difficoltà. 
Sabato mattina possiamo dare tutti i nostro contributo comprando anche solo una confezione di pasta e donandola ai volontari dell’associazione onlus “Un buco nel tetto” che in collaborazione all’Iper Leclerc organizza una raccolta nel punto vendita di via Cardone. All’ingresso i volontari (riconoscibili da un distintivo) distribuiranno un depliant con l’elenco dei prodotti più necessari. 
“Le politiche della divaricazione degli ultimi anni e la crisi finanziaria hanno allargato l’area della vulnerabilità sociale e portato alla povertà fasce di popolazione fino a ieri abituate a una vita dignitosa. Presto arriverà l’inverno e non so come farò a pagare anche il riscaldamento”, dice N.C., 43 anni, operaio con un contratto di solidarietà. 
Nel 2009 i nuclei familiari assistiti dalla Caritas erano poco più di 200.Oggi sono migliaia. “Ogni giorno ricevo richieste di aiuto: c’è chi implora un lavoro, chi un aiuto economico. Stiamo vivendo un momento tristissimo”, confermano i sacerdoti. La Caritas invita tutti i vastesi a portare alimenti alla mensa. Lo stesso invito viene rivolto ai ristoranti, alle tavole calde e ai supermercati. 
Il Vastese ha fatto un salto a ritroso di sessant’anni. La Chiesa interviene pensando soprattutto ai più piccoli e agli anziani. La collaborazione fra Chiesa, Comune e la grande distribuzione ha dato vita ad una silenziosa e discreta catena di solidarietà. “E’ innegabile che i cosiddetti “nuovi poveri” siano in aumento. Per questo abbiamo programmato diverse iniziative per aiutare chi ha bisogno”, dice la direttrice del centro commerciale Leclerc Pianeta, Anna Boleto. “I prodotti vicini alla scadenza vengono venduti a prezzi dimezzati. Periodicamente poi consegniamo scatoloni di prodotti vari a istituti, case famiglia , mense della Caritas”. 
Sono tanti quelli che si ammalano perchè si vergognano a chiedere aiuto. La Caritas sta tentando di tamponare la situazione. “Serve l’aiuto di tutti e maggiore generosità”, è l’appello dei volontari dell’associazione “Un buco nel tetto”. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su