vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Carlesi: "Presentato in Abruzzo Officina per l'Italia"

Più informazioni su

PESCARA. Se ne parla da mesi a livello nazionale e oggi è stato presentato in Abruzzo, a Pescara, il nuovo partito “Officina per l’Italia” in cui si riuniscono tutti gli ex rappresentanti di Alleanza Nazionale e personaggi noti della politica di destra. Una nuova esperienza che ha preso il via nella nostra Regione oggi presso l’aula consiliare del Comune di Pescara. A fare gli onori di casa Roberto Petri, molto vicino a Ignazio La Russa, con Armando Foschi, ex capogruppo del Pd in Consiglio Comunale a Pescara. Tra i componenti del movimento che il prossimo 16 novembre, a Roma, presenterà la carta dei valori ed inizierà il processo costituente, anche il consigliere regionale Di Matteo, gli ex parlamentari Zappacosta e Carlesi, l’assessore comunale Ricotta e molti altri.  
“Si tratta di un soggetto politico che ha l’intento di aggregare tutti coloro che hanno fatto parte della destra nel passato e nel presente e che attualmente risulta divisa in tanti partiti come il Pdl, la Destra di Storace, Fratelli d’Italia e via dicendo.  Oggi Berlusconi dovrebbe annunciare il ritorno a Forza Italia con tutte le deleghe nelle sue mani e “azzeramento” degli incarichi. Il Pdl si trasformerà in Forza Italia e questo non può andare bene a chi ha fatto parte della destra politica italiana e aveva aderito al partito come componente di un gruppo ben più esteso. Riconducendo tutto a Forza Italia non rappresenterebbe più molti di noi. I valori che vogliamo portare avanti sono l’identità nazionale prima di tutto e che questa venga prima anche rispetto allo scenario Europeo; la solidarietà, la difesa dei più deboli e i valori che da sempre sosteniamo come la famiglia, la vita, la socialità” rimarca l’ex deputato di Alleanza Nazionale, Nicola Carlesi
“Aderisco a questo progetto e nuovo movimento politico non per ambizioni personali. Alla politica ho dato molto e ho ricevuto molto allo stesso tempo. La mia è una testimonianza che devo alla vita politica per non permettere che la destra muoia e che si lasci tutto cadere così. Non è un ritorno ad Alleanza Nazionale, non si può tornare indietro, ma cercare di riunire in un unico movimento tutte le persone, uomini e donne, che in città e in Abruzzo si riconoscono nella destra e nei suoi valori e idee. Una Destra unitaria a livello nazionale al fine di rappresentare e ricoprire un ruolo nella politica che oggi manca. Il 16 novembre ci sarà un passo importante con la presentazione della Carta costituente.  Rispetto alle elezioni regionali si potrebbe decidere di appoggiare Chiodi qualora si ripresentasse e se ci sarà condivisione della programmazione” conclude Nicola Carlesi.   
Officina per l’Italia: una “piattaforma” su cui potranno confluire i deputati di Fratelli d’Italia e anche chi non si riconosce più nel Pdl. Alla presentazione della “piattaforma” avvenuta a Montecitorio il 10 ottobre c’erano il figlio di Cossiga, Giulio Tremonti, Giulio Terzi di Sant’Agata, Urso, Viespoli, Magdi Allam, Isabella Rauti, e anche l’ex presidente del Senato Marcello Pera. Giorgia Meloni, in prima linea nel nuovo progetto politico di destra che guarda al centro, insieme ad Alemanno e La Russa, ha spiegato in quell’occasione, il senso dell’operazione: “Vogliamo dare una casa agli esuli della politica, i delusi, quelli che non vogliono un centrodestra subalterno alla sinistra ma che non muoia ponendosi come unico problema Berlusconi, pur avendo il compito di costruire una eredità nel centrodestra di Berlusconi“. 
“Officina per l’Italia è una sorta di forum promosso da Fratelli d’Italia per riaggregare tutti coloro che nel centrodestra oggi sono senza casa. Tutti coloro che cercano un soggetto politico che sia capace di coinvolgere la gente” ha affermato Alemanno. Porte chiuse a Gianfranco Fini. “”L’ho sentito. Ho rispetto per lui e credo sia giusta la sua intenzione di non rientrare nell’agone politico per non riaprire antiche ferite”.  Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su