vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Guardiano notturno ruba nella ditta durante l'orario di lavoro: arrestato dai carabinieri

Più informazioni su

VILLA SANTA MARIA. Un rumeno di 29 anni, L.F.P., guardiano notturno di una ditta di materiale edile ubicata nel comune di Fallo, è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Villa Santa Maria con l’accusa di furto aggravato. L’uomo, incensurato, la scorsa notte, durante l’orario di lavoro, probabilmente con la complicità di altre persone riuscite a dileguarsi all’arrivo dei militari, ha rubato un carrello elevatore del valore di circa 40mila euro di proprietà dell’azienda dove lui lavorava. Dopo essersi messo alla guida del mezzo, ha sfondato la porta in ferro del capannone dove era custodito il veicolo e si è allontanato dalla ditta percorrendo una stradina secondaria priva di illuminazione. Il forte rumore provocato per abbattere la saracinesca del capannone ha svegliato, però, i residenti della zona che, preoccupati, hanno dato l’allarme al 112. Una pattuglia di carabinieri della Stazione di Villa Santa Maria, impegnata in un servizio di controllo del territorio in orario notturno, si è recata subito sul luogo e, nel raggiungere l’azienda, ha incontrato il rumeno che, seguito da due fuoristrada, si stava allontanando con il carrello elevatore. Alla vista degli uomini dell’Arma i due SUV, probabilmente con a bordo i complici del 29enne, sono subito fuggiti facendo perdere le loro. L’uomo è stato invece bloccato dai carabinieri che, dopo aver ricostruito tutta la vicenda, lo hanno tratto in arresto con l’accusa di furto aggravato. Processato con rito direttissimo il rumeno è stato condannato a 8 mesi e 20 giorni di carcere con pena sospesa poiché incensurato.
I carabinieri della Stazione di Villa Santa Maria, ieri pomeriggio, hanno anche eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Lanciano, nei confronti di un 48enne di Quadri, T.G., noto alla e Forze dell’Ordine. L’uomo, a metà del mese di Ottobre, in occasione della 35esima “Rassegna dei Cuochi” avvenuta a Villa Santa Maria, era stato denunciato dai carabinieri della locale Stazione con le accuse di oltraggio a Pubblico Ufficiale e manifesta ubriachezza poiché, durante la manifestazione, in evidente stato di ebrezza aveva importunato le persone presenti. Nella circostanza gli uomini dell’Arma, impegnati in servizio di ordine pubblico, erano subito intervenuti per allontanarlo e avevano dovuto faticare non poco per condurlo in caserma poiché l’uomo aveva opposto una forte resistenza. A seguito di questo episodio, considerando che negli ultimi 8 mesi l’uomo era evaso 4 volte dagli arresti domiciliari ed aveva commesso altri reati della stessa fattispecie, i militari dell’Arma hanno richiesto all’Autorità Giudiziaria la misura cautelare nei suoi confronti che il GIP del Tribunale di Lanciano, concordando con l’attività d’indagine dei carabinieri, ha quindi disposto. L’uomo è stato, pertanto, tradotto presso la casa circondariale di Lanciano.  redazione@vastoweb.com

Più informazioni su