vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Incornato e ucciso dal suo torello preferito. Inutile la corsa al San Pio di Vasto

Più informazioni su

VASTO. Sarà la procura di Larino ad occuparsi della morte di Giulio Ciafardini, 70 anni, l’allevatore incornato da un torello. Le indagini dei carabinieri hanno infatti appurato che l’uomo non è morto a Vasto. Quando domenica sera gli operatori del 118 hanno adagiato sul lettino del pronto soccorso del San Pio, il corpo straziato di Giulio Ciafardini, 70 anni, il cuore dell’uomo si era già fermato. 
I medici del San Pio hanno cercato di rianimarlo in tutti i modi ma è stato inutile. Troppe le ferite. Giulio Ciafardini è stato ferito a morte da uno dei suoi vitelli. La tragedia è avvenuta domenica sera in una stalla di contrada Vivara alla periferia di Trivento. La dinamica e le cause dell’incidente sono al vaglio dei carabinieri. Di sicuro Ciafardini non era uno sprovveduto. Forse l’animale è stato spaventato da qualcosa, o forse ha caricato il padrone perchè innervosito dalle cuore che l’uomo voleva prestargli. 
Certo è che lo ha colpito con forza. L’ambulanza con l’allevatore a bordo è arrivata al San Pio qualche minuto prima delle 21. La tragedia è avvenuta un’ora prima. Il bovino ha “caricato” il padrone infilzandolo all’addome e al petto. Le urla dell’uomo hanno richiamato l’attenzione dei familiari. Al loro arrivo Giulio Ciafardini era steso per terra in un lago di sangue. Il dolore gli aveva fatto perdere i sensi. 
La moglie ha chiamato il 118. Viste le condizioni drammatiche del ferito (pare che il settantenne avesse il cuore lacerato) i medici hanno deciso di trasportare l’allevatore a Vasto. Purtroppo il settantenne è morto in ambulanza durante il trasferimento. Come detto i medici del pronto soccorso hanno cercato di rianimare il ferito ma è stato tutto inutile. I sanitari non hanno potuto fare altro che dichiarare il decesso. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)       

Più informazioni su