vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Maltempo: strade chiuse, sfollati, una morta e ingenti danni

Più informazioni su

VASTO. Situazione drammatica a causa delle forti piogge registrate da ieri in tutto l’Abruzzo. Tanti i fiumi tenuti sotto controllo e lavoro intenso della Protezione Civile, vigili del fuoco e delle forze dell’ordine con la situazione monitorata minuto per minuto. A Vasto si sono verificate già diverse frane. I tombini non reggono bene in diversi punti della città e si stanno creando pozzanghere di acqua che creano disagio alla viabilità.   
Niente a confronto di quanto sta succedendo nel pescarese. Anche una squadra di volontari della Protezione Civile Arcobaleno di San Salvo è partita poco fa per prestare assistenza alla popolazione di Pescara colpita dalle abbondanti pioggie che stanno causando allagamenti e ingrossamento dei fiumi. Un’altra squadra dell’associazione Arcobaleno è disponibile per altre emergenze che potrebbero verificarsi. La zona stadio a Pescara è completamente sommersa da acqua da ore ormai. le piogge non si attenuano e il fiume Pescara sta per esondare. Allerta anche per il Torrente Piomba e il fiume Saline. Stessa cosa che si teme per Torrente Vallelunga che ha raggiunto io livelli massimi. Sono state evacuate infatti, su disposizione del Comune, 1.5” persone del villaggio Alcione. Alcune sistemate nel palazzetto dello sport di via Rigopiano con mezzi della GTM altri hanno trovato rifugio personalmente. Transennate le zone di via Pepe, via Elettra e via Marconi. 
Limitare al massimo gli spostamenti sulle strade provinciali, evitando – laddove possibile – di percorrere le arterie più a rischio. Questo l’appello del presidente della Provincia di Pescara Guerino Testa in considerazione delle condizioni meteorologiche avverse che stanno interessando il territorio.
Sottopassi completamente inagibili in gran parte della città e anche nelle vicine Montesilvano, Città Sant’Angelo e Francavilla al Mare. Diverse strade provinciali hanno subito smottamenti e frane ed è stato necessario chiuderle al transito. Alberi rovesciati in mezzo alle carreggiate, buche profonde sul manto stradale, fango e acqua che hanno fatto si che si creassero lunghe code. Code si sono registrate, lunghe anche 4 km, sull’asse attrezzato. La viabilità è in crisi su tutto il territorio. Le piogge sono troppo intense e le temperature che si sono leggermente rialzate hanno fatto si che si sciogliesse la neve caduta nei giorni precedenti a peggiorare la situazione. 
A Vasto nelle zone più alte cosi come nel pescarese, ortonese e in gran parte dell’Abruzzo si sono creati veri e propri fiumi di terra e fango che scendendo a valle e per le strade causano problemi e pericolosissime per chi transita. Guilmi isolata a causa delle frane. “Guilmi è isolata. Strada Guilmi Colledimezzo lato Carpineto chiusa per voragine. Strada Guilmi Carpineto lato Roccaspinalveti chiusa per un’enorme frana. Strada Guilmi Montazzoli chiusa per esondazione fiume Sinello.l’unica strada è quella per Atessa, una frana in contrada Lentisce la sta chiudendo. Domani pullman per Vasto fermi, scuole chiuse ed operai a casa. Non ho parole, territorio devastato” spiega il sindaco.
Il lungomare di Casalbordino e Torino di Sangro due delle zone più colpite nel Vastese. Nella settimana precedente le forti mareggiate dovute al ciclone “Attila” aveva prodotto danni agli stabilimenti balneari e fatto si che la zona fosse ricoperta di fango e detriti, alberi e quant’altro. Nella nottata il tratto della statale è stato monitorato. Diverse le buche, diversi i disagi per gli automobilisti dovute all’asflato che non riusciva a drenare. 
Una donna è morta in rimanendo intrappolata in un sottopassaggio allagato a Sambuceto. Aveva 57 anni ed era di Santa Teresa di Spoltore. Alle 5.30 l’ultimo messaggio inviato al marito come richiesta di aiuto. La signora stava andando ad assistere la mamma che abita a Fontanelle. Da lì si sono perse le sue tracce. Poche ore fa la notizia data dal sindaco di Spoltore.
Montesilvano è sommersa quasi del tutto dall’acqua. Le macchine sono ricoperte fino alla carrozzeria. Tanti i danni registrati anche di macchine ricoperte di acqua o con alberi e oggetti caduti sopra.  Isolate le vie lungo la riviera e Via Vestina; zona Colle franosa. Come se non bastasse si sono registrati diversi corto circuiti e problemi alla abitazioni nelle vie minori. Garage completamente ricoperti di acqua.  Emanato l’ordinanza in previsione della piena d’acqua in arrivo nelle prossime ore per l’apertura della diga di Penne.
A Francavilla situazione critica oltre che nei sottopassaggi nelle vie De Nino, De Meis e De Lollis in modo particolare e frane nella zona alta di San Silvestro. “Ho impiegato ore per arrivare a destinazione. Le strade sono ricoperte di fango e si creano ingorghi. Difficile circolare così. Un disastro” spiega Alessio abitante di Francavilla al Mare.  Il sindaco di Francavilla al Mare, Antonio Luciani, ha annunciato lo straripamento del Foro e si sta monitorando l’Alento, a causa delle piogge abbondanti che stanno mettendo in ginocchio la costa. Il primo cittadino parla di “gravissime emergenze” e cioè due frane in contrada Caprini e una in contrada Piane, alberi caduti, allagamenti e fossi di raccolta stracolmi.Sempre a causa della pioggia è stata chiusa questa notte la galleria San Silvestro. In grave difficoltà anche il canile di Francavilla: la collina è franata e la parte superiore della struttura è inutilizzabile e la guardia zoofila dell’Oipa, la Protezione Civile, con i Vigili del Fuoco, gli incaricati del Comune ed alcuni volontari stanno scavando nel fango per salvare i cani. Dal canile fanno sapere che hanno bisogno urgentemente di stalli. Per info contattare Alma e Sandra 3396088915 e 3493729434.
Annunciata l’apertura della diga di Penne. 
A Chieti si sono verificati degli smottamenti nelle seguenti strade: Via dei Frentani, Strada Mucci, Via delle Fornaci, Via Solferino, Via S. d’Acquisto, opportunamente chiuse al traffico. Risultano allagate via A. Fieramosca e via Penne e presentano forti criticità alcune zone in località Brecciarola. 
«A causa del maltempo, la situazione in alcune zone della città è particolarmente difficile – ha dichiarato il Sindaco -. Gli operai del Comune sono già in azione dalle 5 di stamattina. Invito i cittadini ad usare, con la massima cautela, la propria auto e a non sostare sotto ponti, cavalcavia e lungo canali o nei pressi degli argini dei fiumi Pescara e Alento. L’amministrazione sta provvedendo a chiudere alcune strade cittadine e ad evacuare il Centro Commerciale Megalò, in vista della sua immediata chiusura mediante apposita ordinanza. È in fase di valutazione l’opportunità di chiudere alcune scuole in località Brecciarola. Chi deve fare segnalazioni chiami la Polizia Municipale al seguente numero telefonico 0871.42441».
Situazione critica anche nella zona dell’aquilano. Impianti sciistici che hanno dovuto rimandare l’apertura. Mancanza di energia elettrica in più punti. Slavine hanno danneggiato tralicci dell’alta tensione. 
Scuole che rimarranno chiuse oggi a Pescara, Spoltore, Atri, Pineto, Montesilvano e paesi limitrofi e in alcuni paesi dell’interland vastese.
A Pineto esondato in più punti il fiume Calvano. Le zone interessate dall’esondazione del torrente sono: il quartiere di Borgo Santa Maria, in parte il Quartiere dei Fiori, Pineto centro e la zona di Villa Ardente.
Chiuso per frana un ampio tratto della Statale 16 adriatica. In particolar modo tra Ortona e San Vito dove si sono verificate frane già dalla tarda serata di ieri. Chiusa anche la strada della variante Anas tra Pescara e Francavilla e un tratto della statale 17 nella zona di Scoppito. 
Grossissimi danni alle colture e soprattutto vigneti che già la neve aveva flagellato. Bisognerà quantificare ma il danno economico per l’Abruzzo si preannuncia davvero altissimo. Chiesto lo stato di calamità naturale, anche se non basterà a coprire tutte le spese dei danni prodotti in precedenza da “Attila” e ora dalle piogge intensissime di questi giorni. La perturbazione dovrebbe durare almeno altre 12 ore. Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su