vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Mirolli: tre anni di squalifica per lo schiaffo all'arbitro

Più informazioni su

MONTEODORISIO. Costano caro ad un giocatore del Monteodorisio Calcio insulti e un eccessivo gesto di reazione ad un cartellino rosso. Il gesto, uno schiaffo, rivolto all’arbitro domenica 8 dicembre porta sanzioni pesanti a lui e anche alla società. Il referto ufficiale:

“- visto il referto arbitrale dal quale si rileva che: al 40′ del secondo tempo veniva espulso il calciatore Mirolli Cesare (nº8 della Soc. Monteodorisio) per insulto rivolto all’arbitro, il quale dopo aver decretato l’immediata espulsione veniva ulteriormente offeso con varie ingiurie dallo stesso calciatore ,che si avvicinava al direttore di gara con fare intimidatorio per poi allontanarsi. Improvvisamente il Mirolli ritornava minacciosamente verso l’arbitro e lo colpiva con un violento schiaffo alla parte dx del viso e del collo provocandogli “giramento di testa, stato di agitazione e dolore alla parte del viso colpita”.

– A seguito di quanto avvenuto, l’arbitro sospendeva la gara, che in quel momento era sul risultato di 0 a 1 in favore della Soc. Real San Giacomo 2006, dirigendosi verso gli spogliatoi.
Date le condizioni psicofisiche in cui si era venuto a trovare l’arbitro, dopo aver respinto la richiesta dei calciatori della Soc. Monteodorisio di proseguire la gara, a tutela della sua incolumità, lo stesso richiedeva l’intervento dei C.C., con i quali subito dopo lasciava l’impianto sportivo e si recava presso l’Ospedale di Atri per accertamenti dove gli veniva riscontrato “lieve contusione emivolto dx e lato dx della regione anteriore del collo” con prognosi di 3 gg.s.c.

– Considerato che la responsabilità della sospensione della gara è da ricondurre esclusivamente a carico del calciatore Mirolli Cesare della Società Monteodoriosio;

– Visti gli artt. 64 NOIF e 17 e ss C.G.S.

DELIBERA

a) di infliggere alla Società Monteodorisio la punizione della perdita della gara con il seguente risultato: Monteodorisio-Real San Giacomo 2006 0 a 3;

b) di infliggere la squalifica al calciatore Mirolli Cesare (Soc. Monteodorisio) fino al 31/12/2016;

c) di comminare alla Società Monteodoriosio l’ammenda di euro 200,00 per il grave comportamento messo in atto dal proprio tesserato,con obbligo di risarcire all’arbitro eventuali danni se richiesti e documentati”.

Questo il referto in cui viene sottolineata la squalifica per tre anni dovuta allo schiaffo che un giocatore del Monteodorisio domenica ha tiraro all’arbitro. Cesare Mirolli è stato espulso all’85’ durante il match contro il Real San Giacomo. La sua squadra perdeva e il giocatore si è esposto un pò troppo insultando pesantemente il direttore di gara, Yuri Buonpensa proveniente dalla sezione arbitri di Pescara.
Non contento del rosso Mirolli ha proseguito negli insulti e ha poi concluso tirando un ceffone all’arbitro stesso. Gesto che è subito finito sul taccuino del direttore di gara e che ha decretato la sconfitta a tavolino per il Monteodorisio, 200 euro di multa per la società e ben tre turni di squalifica per il giocatore che potrà tornare in campo solo il 31 dicembre del 2016.
“Sono cose che non dovrebbero accadere. Questo non è sport e di certo sentire raccontare ogni giorno cose del genere non fa bene allo sport ni genere e al calcio abruzzese. E’ vero anche che alcune volte vengono mandati arbitri non “All’altezza” ma certe reazioni sono davvero intollerabili sia nelle categorie giovanili che in quelle superiori” spiegano alcuni tifosi del Monteodorisio.

Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su