vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Presentato Ordine del Giorno per rimodulazione Rete Ospedaliera Abruzzese

Più informazioni su

VASTO. Ha avuto parere favorevole l’ordine del giorno sulla necessità di rimodulazione della rete ospedaliera abruzzese a firma degli onorevoli Amato, D’Incecco, Castricone e Ginoble, nell’ambito della discussione alla legge di stabilita.

“Il testo nasce dalla necessità di rimettere a centro dell’interesse regionale e nazionale la dissestata rete ospedaliera abruzzese – spiega il parlamentare vastese, dottoressa Maria Amato – . L’iter lunghissimo  per i nuovi ospedali  di Avezzano, Giulianova, Lanciano, Sulmona e Vasto, dopo la presentazione delle schede messa, ha subìto una apparente battuta d’arresto. Non se ne parla più.

L’Abruzzo ha la priorità d’accesso ai fondi per la edilizia sanitaria stabilita con legge dello stato dopo il terremoto. Alla priorità stabilita dallo Stato, la Regione deve aggiungere la pianificazione e la celerità dei tempi.

Cosa ne è stato del progetto per i nuovi ospedali?
Il Governo col suo parere favorevole conferma il diritto di priorità di accesso ai fondi per l’edilizia sanitaria che alla luce della volontà espressa dal Ministro Lorenzin nell’audizione alla XII Commissione della Camera in merito al rifinanziamento dell’art 20 e alla necessità di nuovo impulso alla edilizia sanitaria, rappresenta una grande occasione per avere strutture al  passo con i tempi e per riaprire argomenti annosi per la nostra rete ospedaliera: gli ospedali di confine e quelli dell’area interna sono una necessità davanti a cui non e’ più possibile chiudere gli occhi.

Le vecchie strutture delle rispettive sedi, per molti versi non sono a norma e, in ogni caso, consentono con difficoltà una moderna, efficace e competitiva offerta sanitaria per l’acuzie. Un sistema ospedaliero – conclude l’On.Le Amato – non è fatto solo di ospedali hub. Il livello qualitativo periferico deve essere garantito perché tutto il sistema ospedaliero regionale sia di alta qualità, adeguato alla sfida interregionale e transfrontaliera”.

Paola D’Adamo   paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su