vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il giallo del Sinello dopo due mesi resta irrisolto

Più informazioni su

VASTO. Le forze dell’ordine hanno sperato che almeno a Natale qualcuno reclamasse i resti martoriati dell’uomo trovato due mesi fa dagli uomini dell’Arcipesca nel fiume Sinello. Non è stato così. 
Il giallo del Sinello resta irrisolto e con il passare del tempo prende corpo l’ipotesi che quel corpo possa essere arrivato da molto lontano. Nessuno nel Vastese ha denunciato la scomparsa di persone che somigliano a lui. L’esame della dentatura e la presenza di capsule in oro fa ipotizzare l’origine est-europea del de cuius. 
E’ soprattutto in Romania e Polonia che vengono usati denti di quella fattura. La ricostruzione del volto al computer è più complicata del previsto a causa dei traumi subiti e dalla lunga permanenza in acqua. 
Forse il mistero non sarà mai risolto. Gli investigatori non si arrendono e insistono nel cercare di ricomporre il mosaico. Nel frattempo i resti sono stati tumulati nel cimitero di Vasto a disposizione di qualcuno che reclami quelle spoglie.  Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su