vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Opposizione su maggioranza:in otto anni hanno promesso mari e monti

Più informazioni su

VASTO. Conferenza stampa questa mattina a Palazzo di città dei Consiglieri di opposizione  per discutere dell’attività dell’amministrazione guidata dal sindaco Lapenna. 

  Davide D’Alessandro (Indipendente): “Lapenna ha tassato nel 2013 e tasserà nel 2014. Il Sindaco non risolve il problema di Pulchra e Civeta: i cittadini vengono tassati oltre misura per mantenere in piedi tutto. La condizione delle nostre strade è sotto gli occhi di tutti. Vasto più bella, più pulita, più accogliente è rimasto solo uno slogan. Continuiamo a vedere l’antenna sul multipiano, sulla quale Lapenna continua a tacere. A Lanciano il privato che ha avuto la gestione del parcheggio della città frentana per trent’anni, ha versato 4 milioni e 300 mila euro per la costruzione dell’opera. A Vasto no.”

Nicola Del Prete: “L’economia di Vasto è completamente ferma. Urbanistica: in otto anni hanno promesso mari e monti. E invece hanno prodotto solamente una variante che ha bloccato l’edilizia ma soprattutto le piccole attività. Il Piano di Recupero del Centro Storico non ha prodotto niente, perché è inattuabile. Gli uffici urbanistici non funzionano. Dell’ultimo lotto della Circonvallazione Histoniense non c’è più traccia. Non c’è nulla che nel 2013 il Sindaco possa dire di aver realizzato. Abbiamo rotatorie provvisorie da quattro anni. Turismo: abbiamo fatto come il gambero, stiamo tornando indietro. A luglio la città non ha il calendario delle manifestazioni. Nel luglio del 2007 Lapenna aveva annunciato che nel 2008 avrebbe varato il piano spiaggia. Commercio:  a Vasto solo multe. La grande distribuzione viene protetta. Di chi sono queste responsabilità?”

Manuele Marcovecchio (Pdl): “Il Presidente del Consiglio comunale di Vasto, farebbe bene a far sapere ai cittadini di Vasto qual è stato il seguito degli impegni presi dal Consiglio comunale rispetto alle interpellanze, agli ordini del giorno ed alle mozioni presentate dalla minoranza, su tanti e svariati temi. Rigettiamo al mittente qualsiasi contestazione di disgregazione della minoranza, ed il tentativo di descrivere l’opposizione come assente. Il lavoro si valuta sulla quantità e qualità dei documenti e delle proposte presentate!”

Etelwardo Sigismondi (FdI): “Nel 2013 il Consiglio di Stato ha sancito l’incompetenza dell’Amministrazione comunale con l’annullamento delle Norme Tecniche di Attuazione del Piano Regolatore Generale. I tecnici del territorio si sono dovuti unire in una associazione, contro un’Amministrazione che non dà regole certe nel campo urbanistico. Il Comune non è riuscito nemmeno a recepire la legge regionale sull’edilizia. Hanno deciso di svendere il circolo pensionati e la scuola civica musicale. L’Amministrazione dice di non avere soldi ma continua a far bandi per le assunzioni. Il centrosinistra ha combinato solo pasticci! Noi, come opposizione, siamo stati chiamati ad un duro lavoro: molte volte abbiamo dovuto fare i notai dell’Ente, andando a fare le pulci ad atti illegittimi. Abbiamo insistito sulla videosorveglianza, abbiamo lottato per il piano della macroarea. Il Sindaco si candidi alle regionali, così il 20 gennaio si dimette.”

Poi, sempre Sigismondi, su Piano di riordino scolastico e sanità: “Reputo grave l’atteggiamento della Regione rispetto al non accoglimento di due richieste pervenute con il sostegno del Consiglio provinciale di Chieti, in ordine all’istituzione del Liceo Sportivo e dell’Istituto Alberghiero a Vasto. Censuro questo atteggiamento.

Nei prossimi giorni partiremo anche con una campagna importante sulla Sala Emodinamica. Non mi fido della Regione e dunque nei prossimi giorni presenteremo un documento e delle iniziative per ottenere la Sala Emodinamica nell’Ospedale ‘San Pio da Pietrelcina’ di Vasto. Non sono disponibile a fare nessuno sconto a nessuna parte politica sull’argomento ‘salute’.”

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su