vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

ICEA: le questioni che hanno indotto SSD al voto di astensione

Più informazioni su

 SAN SALVO. Durante l’ultimo Consiglio Comunale del 31 dicembre 2013 la maggioranza di centrodestra, con soli nove consiglieri su undici, ha approvato una delibera per il riconoscimento del debito fuori bilancio e la contemporanea ricognizione dei crediti inerente la sentenza della Corte di Appello di L’Aquila riguardante il contenzioso tra il Comune di San Salvo e il Consorzio ICEA. Nella delibera, frutto di un’articolata ricostruzione storica e giuridica di una vicenda che dura da oltre 25 anni, è sostanzialmente  riconfermata la linea espressa più volte dall’Amministrazione Marchese il quale ha sempre rimarcato che la questione Comune – ICEA è una “partita di giro” per cui nulla è dovuto ad alcuno. Tesi, questa, portata avanti con serietà ed equilibrio dai consiglieri di SanSalvoDemocratica e fatta propria dalla maggioranza di centrodestra.

“il Sindaco Magnacca e la sua maggioranza -dichiarano i rappresentanti di San Salvo Democratica-  hanno sposato questa impostazione di SSD e hanno ribadito in più occasioni che il comportamento amministrativo e giuridico delle precedenti amministrazioni comunali è stato sempre corretto, a norma di legge e sempre a tutela e in difesa dell’interesse generale e collettivo e dunque dell’Ente e di tutti i cittadini, tutti concetti che SSD, momentaneamente all’opposizione, ha sempre tenuto fermi e chiari nella sua azione politica e amministrativa. E a rimarcare questa tesi, sempre su sollecitazione dei Consiglieri di SSD, alla delibera è stato anche allegato un parere legale dell’Avvocato Putaturo che segue da anni il contenzioso per conto del Comune di San Salvo.

 Pur apprezzando il consenso della maggioranza verso l’ impostazione avanzata da SSD  non possiamo non annotare alcune questioni che ci hanno indotto al voto di astensione soprattutto in riferimento al modo e alla tempistica del riconoscimento del debito che, a nostro avviso, andava fatta con l’assestamento di Bilancio entro il 30 novembre 2013. Rileviamo, inoltre, che mentre il consiglio comunale del 12 dicembre scorso ha dato mandato al Sindaco di trattare con ICEA, nella stessa sera la Giunta municipale licenziava una delibera con la quale venivano incaricati due legali per tutelare il Comune contro ICEA presso la Corte di Cassazione.

Non vanno dimenticati, inoltre-concludono- gli altri due giudizi ancora in itinere e in attesa di soluzione per i quali il quadro complessivo potrebbe cambiare ulteriormente. SanSalvoDemocratica continuerà a seguire la vicenda con responsabilità ed attenzione, invitando il Sindaco a perseverare nella ricerca di un accordo con ICEA, pur constatando l’ultimo fallimento di accordo del 27 dicembre scorso. SanSalvoDemocratica intanto continuerà a battersi per il sostegno e il diritto delle imprese a produrre sviluppo ed economia e per riaffermare che l’interesse pubblico è e deve essere sempre al di sopra di ogni sospetto”.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su