vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Emergenza furti: D'Amico scrive al Prefetto De Marinis

Più informazioni su

CUPELLO. I furti sono diventati un incubo in tutto il Vastese. Cupello è uno dei paesi maggiormente colpiti. Al punto che diversi cittadini hanno organizzato vere e proprie ronde. La situazione preoccupante e rischia di degenerare. Il capogruppo del Pd Camillo D’Amico ha scritto una accorata lettera al prefetto.
“Gentilissimo Signor PREFETTO, sono abitante a Cupello in via Gabriele D’Annunzio n. 9. Vivo qui da 25 anni. In famiglia abbiamo due attività economiche: un centro estetico diretto da mia moglie ed un impresa funebre condotta in società sempre riferita a componenti della stessa. Da qualche tempo è avvenimento triste e quotidiano la cronaca di furti che accadono a danno di famiglie ed attività economiche e commerciali di Cupello. Questi eventi hanno una  cadenza piuttosto preoccupante anche con più episodi ed in diverse ore della giornata. La gente è esasperata e si sta chiudendo sempre più in se stessa evitando forme consuete di socializzazione pur di presidiare le proprie abitazioni e le attività economiche; lo dico e lo confermo anche in ragione di quello che accade dentro le mie mura domestiche e dei locali dedite alle attività di cui sopra.
Onestamente le forze dell’ordine cercano di fare del loro meglio ma risultano essere poche unità operative decisamente inferiori ad un numero sufficiente a presidiare un territorio molto vasto come quello di Cupello che conta quasi 5.000 abitanti. Da alcuni attenti controlli e verifiche parrebbero circoscritti ed individuati i soggetti attori dei reati; tutti soliti consumatori di sostanze stupefacenti. La loro continua e libera circolazione sta purtroppo diventando intollerabile arbitrio che si consuma a danno della collettività tutta.
Le istituzioni da sole possono fare poco o nulla così come le forze dell’ordine perché una reazione decisa dovrebbe essere frutto di una corale azione tesa a drenare prima e porre rimedio poi al delinquenziale fenomeno emarginando chi ne è attore ed esecutore. Alla SV Il.ma oltre che porLe l’attenzione su questa particolare e delicata situazione CHIEDO un vivo interessamento affinchè aumenti il presidio delle forze dell’ordine durante l’intero arco della giornata e la possibilità che i soggetti attori dei reati, oltre che essere perseguiti sul piano penale, fossero avviati a seri percorsi di recupero allo scopo di aiutarli ad uscire dal tunnel della droga.  A Cupello la gente è spaventata e non esce più di casa contribuendo così ancora di più alle facili ed arroganti scorrerie di questi nostri giovani attualmente deviati; prima che sia troppo tardi e, qualche malintenzionato, ricorra a forme di “giustizia” personale La prego d’intervenire. Certo di un immediato e positivo interessamento, con l’occasione, La saluto cordialmente”. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su