vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Manovre per le regionali: sicuro Febbo, futuro incerto per i vastesi

Più informazioni su

VASTO. Sono partite già da qualche settimana le grandi manovre in vista del rinnovo del consiglio regionale, nella prossima primavera. Partite soprattutto in ”casa” Forza Italia dopo la dissoluzione del PDL.

I due tronconi del PDL: Forza Italia e Nuovo Centro destra guidata in Abruzzo dalla senatrice Chiavaroli, si troveranno di nuovo insieme a sostenere la candidatura di Gianni Chiodi che, destinato da Berlusconi a ricandidarsi alla guida della regione ha visto lo scorso anno tramontare il suo desiderio di sedere sui banchi del Parlamento.

In casa PD la situazione è assai più complicata ragion per cui, non sapendo chi sarà il candidato presidente, non sapendo quale peso potrà avere la nuova segreteria nell’imporre candidati tra gli uscenti ed il rinnovamento tanto atteso, la volata lunga non è ancora cominciata.

In provincia di Chieti la situazione è ben delineata perché in caso di vittoria del centrodestra ci sarebbe la possibilità di riconfernare tutti o quasi gli uscenti, ma in caso di vittoria del centrosinistra si aprirebbe uno scenario complicato perché attribuiamo solo all’attuale assessore in carica Mauro Febbo la possibilità di essere rieletto nel caso in cui il centrodestra vinca o perda.

Ed allora tra Forza Italia, Rialzati Abruzzo (o comunque dovesse chiamarsi) Nuovo Centro Destra (da chi rappresentato a Chieti?) sarà un bell’ enigma da decifrare Febbo e …..uno solo tra: Nicola Argirò, Emilio Nasuti, Antonio Prospero, Filippo Paolini, Enrico Di Giuseppantonio, Antonio Tavani,  o il meno probabile, Febbo ed un giovane che non sarà sicuramente candidato, con l’unica certezza che il dimissionario De Fanis per “contratto” non sarà della partita.  

Paola D’Adamo  paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su