vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vastese-Vasto Marina: il "derby" nelle parole di ex giocatori, rivali e tifosi

Più informazioni su

VASTO. Sarà derby domenica tra Vastese 1902 e Vasto Marina. Una sfida in cui si troveranno di fronte tanti ex giocatori dell’una e dell’altra squadra, in cui amici nella vita di tutti i giorni fori dal campo si troveranno a scontrarsi sul rettangolo di gioco. Partita attesa dalle due società, dai giocatori, perché si sa il derby e’ pur sempre il derby. Non riconoscono la rivalità i tifosi biancorossi della Vastese 1902 che sottolineano come siano altre le sfide storiche, Termoli, Lanciano, Giulianova, Avezzano ma non Vasto Marina. L’atmosfera però è di quelle particolari, utile negarlo. Punti preziosi per entrambe in palio: la Vastese vuole i play off, il Vasto Marina almeno la salvezza. 
“E’ un derby un po’ anomalo…la realtà del Vasto Marina è l’Eccellenza ed è un bel traguardo da tenersi stretto soprattutto per l’orgoglio dei proprietari di questa società. Diversa e’ la storia della Vastese che sia come tifoseria che come storia calcistica meriterebbe altri palcoscenici. Penso debba essere un vanto per la città, qualcosa di particolare, nella speranza che la Vastese torni subito dove gli spetta” dichiara l’ex biancorosso, Carmine Cioffi. 
“Guardando la classifica e ascoltando il cuore non c’è partita … forza Vastese e mi auguro che vada come immagino con la vittoria della squadra allenata da Lemme. Inoltre spero che ci sia una bella cornice di pubblico e che sia lo sport ad essere protagonista. Credo che in una città come Vasto se si riuscisse a formare una societa’ sana e forte come nel recente passato si potrebbe tornare di nuovo nel calcio che compete regalandolo a quella meravigliosa tifoseria e stupenda città. Calcisticamente parlando Vasto è un gran bel pezzo del mio cuore. Un abbraccio a tutta Vasto” afferma Gennaro Esposito, attaccante ex Pro Vasto che conquistò i play off con Danilo Pierini allenatore.
“Dispiace vedere che in una città come Vasto ci siano due realtà a doversi contendere punti importanti per due scopi diversi. La Vastese cerca punti per degli eventuali play off, il Vasto Marina per uscire dalla zona calda play out. Se si unissero gli sforzi, se si unissero le risorse sia a livello tecnico che economico, anzichè questa frammentazione inutile, si potrebbe riportare Vasto nelle categorie che contano e che le spettano per la storia , il blasone e la tifoseria. Con un’unica squadra si potrebbe fare un discorso stile Lanciano. La prima squadra che gioca ad un certo livello e altre piccole squadre che le fanno da “serbatoio” . Squadre sia professionistiche che giovanili che possano fornire giovani interessanti poi in prima squadra o comunque giocatori che possano tornare utili in chiave mercato o a livello calcistico anche in realtà minori, ma squadre satellite rispetto alla prima squadra. Puntare su una squadra da potenziare, lottare per un unico ambizioso traguardo e non dividere quanto di buono c’è e ci potrebbe essere. Si spera che in futuro si arrivi a poter pensare a Vasto e al calcio in questo modo e non avere due squadre più “povere” in realtà” spiega Andrea Garibaldi ex portiere della Vastese 1902 e attualmente nella Virtus Cupello. 
“La ciita’ di Vasto dovrebbe vivere altri derby…questo non lo è affatto, non esiste nessuna rivalitá storica tra queste due squadre, se non, forse, di origine politica. Sicuramente gli animi saranno molto accesi in campo, vista le presenza di ex da una parte e dall’altra ma credo che l’interesse per questa partita si riduca solo a questo” spiega Giovanni Martelli, ex Vasto Marina ed ora alla Virtus Cupello. 
“Sicuramente non è una partita come tutte le altre. Il blasone della Vastese contro la voglia del Vasto Marina di farle lo sgambetto…ho giocato da giovane con la Pro Vasto e l’anno scorso col Marina dove abbiamo ottenuto una salvezza importante per come si erano messe le cose! È’ vero si potrebbero unire le forze, ma ci sarà un motivo se non c’è’ stata la fusione, e poi è’ pur bello se esiste una sana rivalità altrimenti non staremmo qui a parlare di derby! Faccio un grosso in bocca al lupo ad entrambe!” dichiara l’attaccante della Rosetana, Matteo Rossi Finarelli
“Io tifo per la Vastese, senza nulla togliere al Vasto Marina. Non so perché, forse perché é la squadra che rappresenta Vasto. In tutte le cittá dovrebbe esserci una squadra per cui tifare. A Vasto ci sono stati diversi tentativi di formare un’unica squadra che rappresentasse la cittá, ma purtroppo non é mai andata a buon fine. Questa volta però spero che il progetto della Vastese 1902 continui e cresca perché una bella squadra e sarebbe bello credo per tutti poter tifare la squadra che ti rappresenta in categorie sempre più pertinenti” sottolinea Miriana Fabrizio, giocatrice della Pro Vasto femminile.
“Sara’ un derby molto difficile. Potrebbe esserci qualsiasi risultato alla fine, anche la sorpresa della vittoria del Vasto Marina. Favorita vedo la Vastese pero’ perché mi ha fatto un’ottima impressione! Ha giocatori di categoria..e può vincere la partita!” afferma Giuseppe Catalli dell’Avezzano. 
“La Vastese e’ in buon momento e ha giocatori che possono decidere l’incontro in qualsiasi momento ma dall’altra parte c’e’ un Vasto Marina che nonostante la sconfitta di domenica scorsa, che ci può stare contro una grossa squadra, e’ in un gran momento d forma e morale a mille per le 4 vittorie consecutive e dal mercato di gennaio. Credo sia una partita equilibrata da tripla in schedina” dichiara Paolo D’Ercole del River Casale. 
“Premetto che sono di Vasto Marina visto che sono cresciuto lì. Ma questo non ha molto a che vedere con il derby di domani, comunque non sono molte le città che hanno un derby. Credo debba essere stupendo giocarne uno. Se nel rugby vastese ci fossero due squadre e si potesse giocare un derby io sarei l’uomo più felice del mondo, significherebbe che sarei riuscito ad infondere alla grande la mia passione. Comunque tornando al derby calcistico di domani cosa posso dire. La Vastese è sempre stata la squadra della città fin da quando ero piccolo e Vasto Marina la mia casa. Entrambi i presidenti sono degli amici, quindi vinca il migliore, che vinca lo sport e beati a voi che ce l’avete sto derby!” ironizza Massimiliano D’Onofrio, allenatore, dirigente e tutto fare del Vasto Rugby.
“Saremo tutti presenti. Speriamo che la partita la vinca la Vastese, ma la cosa più importante che sia una domenica di sport, dove il calcio vastese deve essere l’unico vincitore. Sarà un derby molto difficile, anche perché quando si affrontano due squadre della stessa città, si annullano tutte le classifiche. Vincere il derby per il Vasto Marina equivale a salvare una stagione deludente” spiegano gli allenatori dello Sporting Vasto.  Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su