vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sicurezza, cittadini chiedono all'associazione Codici una fiaccolata

Più informazioni su

VASTO. Furti e dispense svuotate. I cittadini chiedono aiuto all’associazione Codici e chiedono una fiaccolata dimostrativa. “La città ha bisogno di sicurezza. Rubare cibo è emblematico. Si rischia di scatenare una guerra fra poveri”, afferma Riccardo Alinovi dell’associazione Codici. 
Sia lui che il responsabile regionale Domenico Pettinari condividono il timore paventato al prefetto De Marinis dal sindaco di Cupello, Angelo Pollutri e dal consigliere provinciale Camillo D’Amico. 
“E’ necessario trovare al più presto una soluzione che eviti la giustizia fai da te”, dicono. “Ammiro D’Amico e Pollutri. Sono deluso dall’atteggiamento del sindaco Luciano Lapenna”, dice Pettinari. “In occasione della visita a Vasto del giudice Trifuoggi, il primo cittadino di Vasto promise una maggiore attenzione per la sicurezza della città e il potenziamento della vigilanza. Non è accaduto nulla”, si rammarica Pettinari. 
“Molti cittadini ci esortano ad organizzare delle fiaccolate per far arrivare la loro disperata richiesta d’aiuto al ministero. La gente è esasperata, ma ha anche molta paura e la paura spesso fa commettere sciocchezze”, insiste Riccardo Alinovi. 
Entro un paio di mesi in città dovrebbe arrivare la videosorveglianza. Codici chiede al sindaco Lapenna di poter partecipare alle riunioni nel corso delle quali si deciderà l’ubicazione delle telecamere. “La nostra associazione così come Confcommercio, Confesercenti ed altre associazioni del territorio”, sostiene Alinovi “potrebbero essere molto utili nell’indicare le zone più vulnerabili e a rischio”. Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su