vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Urbanistica: Desiati (PPV), Sigismondi (FDI) e tecnici cittadini a confronto

Più informazioni su

VASTO. I consiglieri comunali Etelwardo Sigismondi (FDI) e Massimo Desiati (Progetto per Vasto) in una conferenza stampa nella sala consiliare del Municipio hanno incontrato i tecnici della città per discutere della Vas e dei problemi che i tecnici incontrano nel presentare le pratiche a causa di una precisa regolamentazione.

 In particolare i due consiglieri hanno focalizzato l’attenzione su tre aspetti: che iter si  sta seguendo per l’approvazione del Piano del centro storico. Perché il Comune ha attivato una nuova procedura Vas e come mai solo ora il Comune ha pensato di far redigere la micro zonazione sismica?

“Dopo vari mesi dall’approvazione –ha spiegato Massimo Desiati- l’amministrazione comunale ha dato incarico di redigere la Vas. L’amministrazione non ha però incluso il centro storico. Tutto questo ha portato a dover dare altri incarichi. Fare urbanistica –ha sottolineato Desiati – non significa individuare metri quadri da costruire ma sviluppare la città nel migliore dei modi, affinchè l’obiettivo sia il benessere complessivo dei suoi abitanti. A Vasto, di fronte alle cubature già realizzate nel passato, dovrebbe essere logico interrompere la spinta nella direzione di nuove costruzioni ed edificare solo ciò che veramente serve, innanzitutto recuperando aree dismesse, riqualificando quelle sottoutilizzate, ristrutturando il patrimonio edilizio esistente ed evitando il progressivo consumo di altro nuovo territorio”.

“Il principio generale -ha continuato Sigismondi- è edificare nei luoghi giusti, nel rispetto delle peculiarità, delle bellezze e delle vocazioni del territorio. Nel caso di Vasto, quindi, intervenire nel rispetto del paesaggio, dell’arenile, del centro storico. Oltre all’opera di riqualificazione e recupero del patrimonio edilizio esistente deve svilupparsi un’operazione di ricucitura dei tessuti abitativi, anche attraverso operazioni i concentrazione di ricucitura dei tessuti bitativi, anche attraverso operazioni di concertazione con i provati, rispettando i criteri di perequazione urbanistica. 
La lentezze delle risposte ai tecnici che presentano le pratiche in Comune è un fatto molto sentito. Dovrebbe venir fuori un modo diverso di colloquiare con gli uffici”.

Paola D’Adamo  paoladadamo@vastoweb.com 

Più informazioni su