vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Comitato anti antenna propone protocollo d'intesa tra gestori e Comune

Più informazioni su

VASTO. “Mentre procedono le indagini per lo sperpero di denaro pubblico da parte dei politici regionali di centrodestra, i cittadini da soli attivano iniziative per difendere i diritti alla salute di tutti i vastesi, con la loro presenza anche sul parcheggio multipiano, stamattina per dimostrare quanta arroganza e quanta prepotenza vengono esercitate dal gestore Ericsson  dopo aver illegalmente attivato l’antenna sul multipiano, nonostante le ordinanze da parte dell’amministrazione pubblica”. E’ quanto ha affermato nel corso dell’incontro al multipiano Ivo Menna.

“ Questo caso –continua Menna-dimostra che il potere economico dei gestori della telefonia mobile sovrasta il potere politico delle stesse amministrazioni. Esiste una specie di impotenza della politica a governare i processi di cambiamento che sono in atto nella società nel suo territorio. Aggiungiamo a questo, la inadeguatezza e la superficialità del settore amministrativo urbanistico che avrebbe dovuto adottare un’ordinanza di sequestro del cantiere,  dopo aver accertato l’inosservanza da parte del gestore Ericsson .

Le 2500 firme raccolte, e che continueranno sabato prossimo con un comizio in piazza, saranno l’elemento che deciderà lo smantellamento dell’antenna , illegalmente collocata sul torrino del multipiano. La mobilitazione dei cittadini contro l’antenna in questi due mesi ha suscitato l’intervento da parte dell’assessore Masciulli con una denuncia articolata alla Procura, per accertare le responsabilità.

Il comitato anti antenna propone immediatamente che si attivi un nuovo rapporto tra gestori della telefonia mobile e Comune, con un protocollo d’intesa, che si attivi una pianificazione vera, che si studino criteri per la localizzazione delle antenne e che si attivino tutte le precauzioni per contrastare i rischi connessi all’inquinamento elettromagnetico.

Chiamando in causa anche la USL, per una verifica affinché si proceda almeno ad un preliminare studio epidemiologico.
Comunque nella prossima settimana -conclude Ivo Menna-il comitato si costituirà parte civile, presentando un esposto alla Procura della Repubblica, per accertare le responsabilità per l’attivazione illegale dell’antenna ed un esposto per chiedere all’amministrazione la revoca del contratto di gestione stipulato con la ditta De Francesco, il cui nome risulta stranamente legato, alla questione dell’ex assessore regionale De Fanis (arrestato) relativo al parcheggio multipiano di Atessa (Fondi Fas)”.

Paola D’Adamo  paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su