vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Aggrediscono e rapinano due connazionali: sette arresti

Più informazioni su

CHIETI. Attimi di paura, ieri sera, davanti ad un bar ubicato in via Nazionale Adriatica, a Francavilla al Mare, dove 7 uomini di età compresa tra i 25 e 35 anni, tutti di nazionalità rumena, hanno aggredito due connazionali con calci e pugni al termine di una discussione iniziata all’interno del locale e poi continuata all’esterno. 
Le urla ed i rumori provocati dal violento parapiglia hanno spaventato gli abitanti della zona che hanno subito chiamato il 112 facendo intervenire i carabinieri della Stazione di Francavilla al Mare e del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Chieti. Come ricostruito dagli uomini dell’Arma, i 7 uomini, tutti noti alle forze dell’ordine, per ragioni non ancora chiarite, poco prima avevano avuto una discussione animata all’interno del bar con i due connazionali, entrambi 25enni, anche loro noti alle forze dell’ordine, che, in breve tempo, è degenerata in una violenta lite, durante la quale i due malcapitati, dopo essere stati malmenati violentemente, sono stati costretti a fuggire per evitare conseguenze peggiori. A quel punto il gruppo, non soddisfatto, si è scagliato contro un’Audi A4 parcheggiata davanti al bar all’interno della quale vi erano due donne di 20 e 21 anni, entrambe rumene, una delle quali moglie di uno dei due uomini picchiati. 
I 7 malviventi dopo aver preso a calci le portiere dell’Audi hanno sfondato il parabrezza anteriore dell’auto terrorizzando le due giovani rimaste nel veicolo. E’ a quel punto che in soccorso delle due donne è arrivato un terzo connazionale di 26 anni, anche lui noto alle forze dell’ordine, a sua volta preso a calci e pugni dal gruppo che, nella circostanza, gli ha sottratto anche il giubbino che indossava, una catenina d’oro ed il portafogli con la somma contante di 1000 euro. Il tempestivo intervento dei carabinieri della Stazione di Francavilla al Mare e dei colleghi del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Chieti ha però impedito ai 7 malviventi di fuggire. I militari dell’Arma li hanno subito bloccati e, dopo aver ricostruito tutta la vicenda, li hanno tratti in arresto con le accuse di rapina aggravata, lesioni personali, violenza privata e danneggiamento. I tre connazionali aggrediti, rintracciati poi dai carabinieri, sono stati medicati presso il pronto soccorso dell’ospedale di Chieti e giudicati guaribili in 7 giorni, i primi due, e in tre giorni il terzo. Il gruppo è stato invece associato alla casa circondariale di Chieti. redazione@vastoweb.com

Più informazioni su