vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Avrei dormito con il Signor Gianni Chiodi o solo con il Presidente?"

Più informazioni su

Il Presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, affida oggi, alle pagine del “Corriere della Sera”, in un’intervista memoriale, nella quale tratta la parte più scabrosa, per quanto lo riguarda, dell’inchiesta “Rimborsopoli”, iniziata giovedì scorso con la notifica dell’avviso di garanzia a venticinque esponenti politici della Regione Abruzzo.

In sostanza Chiodi ammette di aver trascorso la notte con una gentile Signora in un albergo di Roma e  questo sarebbe stato un errore, il solo errore del quale nulla vi è da rendere conto alla Magistratura, mentre invece il rimborso percepito, per due, invece che per uno, sarebbe stato un errore della Ragioneria regionale, e  che il fatto che la Signora in questione qualche tempo dopo abbia ottenuto un incarico nel settore delle Pari Opportunità dell’Abruzzo, peraltro oggi perdurante, nulla ha a che vedere con il fatto di essere caduta anch’essa in errore con il Presidente.

Ancora una volta ci troviamo di fronte al delicato discrimine che spesso incrocia i destini dei personaggi pubblici tra legalità e moralità, tra moralità e stato di bisogno, tra moralità e sudditanza psicologica. Tra le due ultime interdipendenze esiste una regola, un contratto non scritto in cui è il più debole a dover sottostare alla volontà della posizione dominante. E allora sorge in noi, ed in tanti, l’interrogativo: “Ma la Signora avrebbe passato la notte del 15 marzo 2011, nella stanza 114 dell’albergo Del Sole, a Roma, con Gianni Chiodi cittadino o solo con Gianni Chiodi Presidente della Regione Abruzzo?”.

Probabilmente l’incarico alle Pari Opportunità della Regione Abruzzo insegna alla Signora che un partner si sceglie per fascino, con la pancia, se non proprio col cuore, e non con lo stomaco, ed al Presidente Gianni Chiodi che in certe posizioni non bisogna gratificare il proprio ego con conquiste troppo facili per essere credibili e appaganti.

Paola D’Adamo   paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su