vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

PD San Salvo" Riconosciamo il diritto di cambiare idea ma noi non intendiamo farlo"

Più informazioni su

SAN SALVO. “I mezzi di informazione ed i commentatori politici nazionali, sono molto impegnati a presentare il Partito Democratico come se fosse composto da più partiti (si parla di correnti) e non come un soggetto politico ricco di un pluralismo culturale interno ma con capacità di esprimere una sintesi politica ed una capacità di azione utile al paese, seppur dopo una appassionata discussione dove ognuno ha il diritto di sostenere la propria opinione”.
E’ quanto sostengono in una nota i rappresentanti del Partito Democratico di San Salvo.

“Non sfuggono a questa logica i mezzi d’informazione online della nostra città, certamente avvantaggiati nell’opera da chi pensa che “lo Stato sono io”.

Non abbiamo ancora avuto l’opportunità di ascoltare l’intervista fatta al Delegato Nazionale Agostino Monteferrante, ma se gli articoli pubblicati non sono “viziati” da forzature giornalistiche, in essi si affermano posizioni incondivisibili, con toni che non appartengono ad una comunità democratica chiamata PD che ha sedi di confronto proprie, a cui fa parte lo stesso Monteferrante, regole statutarie e codice etico per garantire la più ampia dialettica interna rispettando le persone e le idee di tutti rimanendo nello stesso partito.

Il nostro segretario nazionale Matteo Renzi-continuano- fa notare ormai a più riprese, che il Congresso è finito, gli iscritti e gli elettori si sono espressi con chiarezza nei Circoli, a livello Provinciale e con le primarie a livello Nazionale; escluso il livello Regionale dove i congressi sono ancora da celebrare, gli organismi monocratici e collettivi sono stati eletti e tutti ne devono prendere atto.
Il segretario Matteo Renzi ha affermato altresì in modo categorico che le correnti non avranno più udienza nel Partito Democratico da lui diretto.
Questo vale e dovrà valere anche a San Salvo che non ha bisogno e non tollererà commissari del popolo.

La Segreteria di Circolo e la Federazione Provinciale del Partito Democratico esprimono solidarietà ai loro Consiglieri Comunali Arnaldo Mariotti e Luciano Cilli, che nel loro mandato stanno portando avanti, seppur dall’opposizione, il programma elettorale presentato a suo tempo agli elettori di San Salvo avendo l’accortezza di raccordarsi costantemente con gli organismi del partito e nei modi possibili con i candidati di tutte le liste che componevano la coalizione.
Il Partito Democratico ed il suo gruppo consigliare, nell’affrontare le questioni politiche ed amministrative della nostra Città ha sempre conservato e conserverà nel futuro l’assoluta autonomia da singoli gruppi economici, da singoli professionisti e da singoli lavoratori dipendenti, perché solo così si conserva e si rende spendibile in altre occasioni il patrimonio collettivo che il PD rappresenta.

Mariotti candidato a Sindaco e la lista dei candidati del PD furono scelti con un processo democratico attivato e diretto dal Segretario del partito dell’epoca.
Riconosciamo -concludono- il diritto di ciascuno di cambiare idea ma noi dirigenti attuali del Partito Democratico non abbiamo cambiato idea e non intendiamo farlo”.

redazione@vastoweb.com

                                                                         

Più informazioni su