vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Chiede 1.500 euro per un lavoro che non arriva: condannato

Più informazioni su

ATESSA. Un anno di reclusione, una multa di 200 euro, la somma di 1.500 euro da restituire alla vittima e 2 mila euro di risarcimento danni. 
E’ la pena che il giudice Francesco Marino ha inflitto a V.C., 53 anni. L’uomo con grande abilità era riuscito a raggirare una donna alla ricerca disperata di un lavoro. Fingendo di essere un dipendente della Sevel ha assicurato alla poveretta di essere in grado di farle ottenere l’assunzione. Per fare il favore alla donna ha chiesto e ottenuto 1.500 euro. 
E’ evidente che il posto di lavoro non è arrivato. Al contrario è arrivata la disperazione della poveretta e ora la condanna per il cinquantatreenne. La vicenda risale a 3 anni fa. La donna era disperata e chiese aiuto a V.C.. 
Quest’ultimo rispose che avrebbe potuto aiutarla ma sarebbero serviti dei soldi, almeno 5 mila euro. Una somma che la poveretta non aveva allora lui si “accontentò” di 1.500. La vittima pagò la somma a rate ma il lavoro è rimasto una chimera. Ora il giudice Marino ha punito il truffatore. Forze dell’ordine e magistrati traendo spunto dalla vicenda invitano tutti i cittadini a diffidare di chi chiede denaro.
Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su