vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Assolto per prescrizione del reato riottiene la villa sequestrata

Più informazioni su

VASTO. Clamorosa sentenza della Corte d’Appello. Condannato in primo grado a otto ani di reclusione è stato assolto ed è tornato in possesso della villa in contrada Incoronata che gli era stata sequestrata dopo la sentenza di condanna di primo grado. La fine della disavventura giudiziaria di Federico Bevilacqua, 60 anni di Vasto è stata sancita venerdi sera dalla sentenza emessa dalla Corte d’Appello dell’Aquila. 

I giudici della Suprema Corte hanno dichiarato il  non doversi procedere nei confronti dell’imputato (condannato in primo grado a 8 anni di reclusione per spaccio di sostanze stupefacenti), per prescrizione dei reati. I giudici hanno inoltre ordinato la restituzione a Bevilacqua della villa di via Incoronata. Grande l’entusiasmo dell’uomo e dei suoi familiari (ha nove figli). Soddisfatti i difensori, gli avvocati Giovanni Cerella e Raffaele Giacomucci. 

La vicenda che ha trascinato Federico Bevilacqua in giudizio con altre 19 persone risale al 2002. Secondo l’accusa l’uomo avrebbe fatto parte di una organizzazione che provvedeva ad immettere sul mercato pescarese e vastese partite di droga avvalendosi delle famiglia nonchè di una rete di piccoli spacciatori, con l’aggravante di far parte di una associazione composta da più di dieci persone. Per altre persone arrestate con lui è stata confermata la sentenza.

Paola Calvano(paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su