vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Nuoto, gara dei diversamente abili: emozioni, commozione e tanto agonismo

Più informazioni su

SAN SALVO. Si è svolta domenica alla piscina Tano Croce di San Salvo la gara dei diversamente abili dedicata ad Antonio Scarpone. Musica, gioia, medaglie, targhe, video emozionali, premi, omaggi, divertimento, allegria, musica e agonismo, competizione. Presenti anche i genitori e la sorella di Antonio Scarpone, scomparso purtroppo nel mese di Febbraio. Tante le città che hanno risposto presente all’evento.
Dalle 9 si sono svolte le gare FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale). A seguire le gare FIMP (Federazione Italiana Nuoto Paralimpico). San Salvo ha partecipato con 10 rappresentanti di cui 2 nella FIMP. Da Sulmona hanno gareggiato 10 ragazzi, da Chieti 14, Pescara 17, Roseto 6, Atri 3 e Motorio 6. 
“Una grande manifestazione quella che si è tenuta presso la Piscina comunale di San Salvo “Tano Croce” Sicuramente da migliorare e perfezionare …. Ma sono davvero contenta, felice. Ho capito quanto siano speciali questi ragazzi. Non vorrei sentir più dire dalla gente “poverino”. Sono i invece speciali, sinceri dall’animo puro e nobile. Con  un cuore grande e immenso. E quando li abbraccio sento una grande emozione. Mi rubano l’anima. Hanno dedicato, tutti, la gara a un caro compagno, amico di vasca, Sessanta ragazzi da tutta la regione hanno indossato quella maglietta con amore. La mettevano anche quando salivano sul podio per prendere quella medaglia. C’è chi ha anche dedicato un pezzo della sua  sua cameretta a quell’ amico che non c’è più. Lo avrebbe fatto uno “normale”? Io credo proprio di no. Mi sono commossa. Ragazzi meravigliosi. Grata e fiera di dedicare parte della mia vita a loro. Li adoro. La promessa di ripetere il tutto il prossimo anno con un Memorial, un Meeting dove inviteremo società da tutta l’Italia. Chiaramente tutti ragazzi “speciali” come li definisco io. Volevo ringraziare le persone che mi sono state vicine, mi hanno aiutata nella realizzazione, i genitori dei nostri ragazzi ed in particolar la mia grande mamma che mi ha dato sostegno e mi ha aiutata su tutti i fronti. Senza la quale non ce l’avrei fatta!! Poi volevo solo salutare con un pensiero Antonio. Non lascerò mai che qualcuno ti dimentichi. Sei e sarai per sempre nel mio cuore … Ciao amico mio” spiega ancora commossa l’istruttrice e organizzatrice Stefania De Felice.
Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su