vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Marinelli: "Importante vincere. Izzi e Torres grandi persone"

Più informazioni su

SAN SALVO. “Segnare è importante per un attaccante ma in questo momento ancora più importante è riuscire a vincere e fare quei punti che ci potrebbero regalare la salvezza matematica” esordisce così Vito Marinelli, numero 9 dell’US San Salvo. “Spero ovviamente di tornare a fare goal già da domenica contro l’Acqua e Sapone e gioire insieme ai nostri splendidi tifosi. Loro sono fondamentali per noi. I sansalvesi ci sono sempre stati vicini quest’anno, incitandoci sempre e facendo sentire il loro calore. Alcuni poi, essendo di San Salvo, sono anche amici e quindi c’è un buon rapporto con loro. Buttarla dentro dopo che per qualche domenica non ci sei riuscito sarebbe bello. A volte per sfortuna, altre per imprecisione, un pò per espulsioni rimediate ho segnato meno fino ad ora rispetto allo scorso anno ma mancano ancora 5 partite e mai dire mai. Potrei sempre farcela a raggiungere i miei standard altrimenti sarò lo stesso contento per quanto ha fatto la squadra. Come dice il direttore generale Montagano abbiamo a volte perso punti per strada in partite in cui meritavamo sicuramente di più. Ma non serve guardare indietro, ora la salvezza e poi penseremo al futuro. Ci aspetta un calendario non semplice contro squadre che lottano per la salvezza e alcune per uscire dalla zona play out come il Cupello e il Vasto Marina. Cercheremo di fare più punti possibili e dare ancora gioie ai nostri tifosi. In allenamento mister Gallicchio così come in partita ci sprona sempre e sa come prenderci. Quindi sono sicuro che butteremo alle spalle la brutta sconfitta rimediata contro il San Nicolò e faremo bene già da domenica. Prendere cinque goal non è mai bello. Ne risenti. Il lunedì ero ancora pensieroso e dispiaciuto. Sento molto le partite. Certo con loro non eravamo così presuntuosi da credere di andare e dominare ma non ci aspettavamo una squadra davvero così forte. Saremmo potuti passare anche in vantaggio con Antenucci ma non è stato così e dopo il primo goal già siamo calati di intensità. Poi le due reti in cinque minuti prima dell’intervallo ci hanno davvero tagliato le gambe. Peccato. Contento per loro che hanno iniziato già a festeggiare a fine partita perchè meritano di vincere e salire in D”.
Un bel “caratterino” e uno che passa poco la palla dicono alcuni addetti ai lavori e alcuni compagni in tono scherzoso su Marinelli: “(sorride ndr) La passo sempre la palla. No a parte gli scherzi a volte tendo a tenerla troppo ma si migliora crescendo e maturando e seguendo le direttive dei tecnici. E a questo proposito ringrazio tantissimo Cetteo Di Mascio per quanto mi ha insegnato ai tempi del Pescara. Sul carattere dico solo che in campo sono una persona e fuori un’altra. Sul rettangolo di gioco non guardo in faccia a nessuno, concentrato e “aggressivo” se serve. Cerco di non farmi mai intimorire dagli avversari. Forse qualche cartellino di troppo l’ho preso ma se ho questo tipo di approccio al match è perchè ci tengo tantissimo. Perchè vorrei sempre fare bene e cerco di dare il massimo. In questo sono un pò simile al mio amico Roman (Torres che gioca attualmente nella Vastese Calcio 1902 ndr) che ha compiuto gli anni l’altro giorno e approfitto per fargli ancora gli auguri. Anche lui dà sempre il massimo in campo, è un lottatore e ci tiene a fare bene per questo a volte può risultare irruento o gli si attribuisce un bel caratterino. Quando giocava qui a San Salvo mi trovavo bene con lui così come attualmente con Antenucci. Abbiamo lo stesso ruolo quindi uno dei due ogni tanto viene sacrificato ma ci si trova bene, collaboriamo e c’è competitività buona tra noi”.
Torres grande amico anche fuori dal campo così come il compagno di squadra Izzi: “Daniele è un grande. Una bellissima persona. L’avete definito jolly del San Salvo visto che si è trovato a ricoprire più ruoli. Noi nello spogliatoio l’abbiamo preso un pò in giro scherzandoci su ma in fondo è vero che si è adattato in diverse situazioni ricoprendo ruoli che non erano propriamente suoi e l’ha fatto bene. L’anno scorso ha trovato meno spazio. Quest’anno è riuscito a giocare di più e ha sfoderato buonissime prestazioni spesso come due domeniche fa in casa contro la Rosetana. Lui anche nello spogliatoio è una persona che si mette a disposizione, gran lavoratore”.
San Salvo che sarà impegnato domenica alle 15 al Bucci contro la squadra allenata dal vastese Naccarella, l’Acqua e Sapone. Squadra ostica che lotta per non rientrare in zona play out e che spesso anche se in campo con tanti elementi giovani dà filo da torcere alle avversarie. “Sarà una partita combattuta. Noi anche vogliamo i tre punti perchè vogliamo salvarci matematicamente e poi stare più sereni” conclude bomber Marinelli
Tiziana Smargiassi (tizianasmargiassi@vastoweb.com)

Più informazioni su