vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Interrogazione del consigliere D'Alessandro: "Il conflitto di Vicoli"

Più informazioni su

VASTO. Interrogazione urgente del Consigliere comunale indipendente, Davide D’Alessandro “Il conflitto di Vicoli”:
“La realtà supera sempre di gran lunga la fantasia. Lunedì scorso, nel Consiglio Comunale dedicato tra l’altro al tema scottante del conflitto d’interesse (tema molto caro alla sinistra italiana, se riguarda Berlusconi), si è verificato un vero conflitto d’interesse, nientemeno che al momento del voto. Perché? La mozione, presentata da me e da altri colleghi, è stata respinta dalla maggioranza. Si chiedeva di impegnare il Sindaco a eliminare doppi incarichi e doppi compensi e a ridurre drasticamente i costi per direttori e coordinatori della Scuola Civica Musicale, del Teatro Rossetti e del Centro Studi Rossettiani. È finita 9 a 6 per la maggioranza. Tra i nove c’è stato anche il voto del consigliere Vicoli, del gruppo Sel. Continuando a spulciare le voci di spesa delle tre Istituzioni, ho notato che per quanto riguarda la cancelleria ci si rivolge alla “Cartolibreria Universal Vicoli Cesario, di Ezio e Maurizio Vicoli Snc”. Mi sono chiesto: se il consigliere è lo stesso proprietario della Cartolibreria, come avrebbe potuto votare a favore della mozione? Non so se la stessa domanda ha impegnato anche la mente del direttore Oliva, al quale non piace “questa società che manca di valori comportamentali”! Intanto, ho interrogato urgentemente il Sindaco, non solo per impegnare la sua mente, ma anche per avere una pronta risposta durante il Consiglio Comunale di sabato. Il consigliere Vicoli ha votato, ma avrebbe potuto? Certo, il suo voto non è stato determinante, ma è stato corretto, opportuno e, soprattutto, legale partecipare al voto?”.
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su