vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Muore quaranta giorni dopo l’incidente. La famiglia invoca chiarezza

Più informazioni su

SAN SALVO. Dolore e costernazione a San Salvo. E.S., 60 anni protagonista lo scorso 10 febbraio di un brutto incidente stradale sulla Statale 16 in località San Tommaso a Vasto marina  si è spento ieri mattina dopo 7 ore di agonia. 
Domenica sera mentre era a casa con i familiari è stato colpito da un malore improvviso. Inutile l’intervento del 118 e la corsa verso l’ospedale San Pio. Le due figlie dell’uomo, sono disperate. Non si rassegnano e si sono rivolte ad un legale invocando chiarezza sulla morte del padre. ” Vogliono sapere perchè il padre non c’è più”, spiega l’avvocato Carmine Petrucci che le rappresenta. 
L’avvocato ha chiesto alla Procura di Vasto l’autorizzazione all’autopsia. La salma di E.S. è stata ricomposta all’obitorio del nosocomio vastese in attesa delle decisioni della magistratura. Il dramma della famiglia dell’operaio è iniziato il 10 febbraio. 
Quel giorno l’uomo al volante di una Fiat Tipo avrebbe tamponato un furgone Citroen Berlingo all’altezza dell’hotel Vittoria , sbandando e finendo poi contro una Lancia Musa. Le vetture si accartocciarono. Le condizioni del conducente della Tipo furono quelle che destarono subito preoccupazione perchè il sessantenne nell’urto aveva battuto violentemente la testa e perso molto sangue. 
Rianimato e trasportato in ospedale il ferito venne sottoposto ad accurati accertamenti che tranquillizzarono i familiari. La degenza di Sacchetti in ospedale è durata tre settimane. Quando agli inizi di marzo è stato dimesso sembrava perfettamente ristabilito. Ieri la tragedia.
Paola Calvano (paolacalvano@vastoweb.com)

Più informazioni su